Omicidio al rione Sanità, ucciso il 21enne Ciro Esposito. A Piscinola ferito il 48enne Francesco Giamminelli

Agguato al rione Sanità: la vittima, il 21enne Ciro Esposito, aveva precedenti per spaccio. Per il giovane non c’è stato nulla da fare. Un altro agguato intorno alle 23, nel quartiere Piscinola: rimane ferito Francesco Giamminelli

AggressioneNapoli, 8 gennaio – Killer in azione al Rione Sanità. La vittima aveva 21 anni e si chiamava Ciro Esposito. L’agguato è avvenuto ieri sera, poco prima delle 20, mentre a Piazza del Plebiscito si svolgevano i funerali del cantautore Pino Daniele.

Secondo quanto riferisce la Questura di Napoli, la vittima aveva piccoli precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti. Per lui non c’è stato nulla da fare. Inutili i tentativi di soccorso del personale medico, in quanto il giovane è giunto all’ospedale Vecchio Pellegrini che era già morto.

Secondo gli inquirenti, è in corso una fortissima lotta tra gruppi criminali che si fronteggiano per il controllo delle piazze di spaccio e di altre attività illecite, quali usura, racket e persino il mercato del falso.

Sicari in azione anche nel quartiere Piscinola, area a nord di Napoli. La vittima, il 48enne Francesco Giamminelli, intorno alle 23 di ieri sera, stava percorrendo via Pietro Piovani quando qualcuno gli ha teso l’agguato: un colpo di lupara alle spalle. Ora è in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli ma non è in pericolo di vita.

Francesco Giamminelli sarebbe pluripregiudicato per reati legati ad armi e droga. Gli inquirenti, sono ora al lavoro nell’isolato per raccogliere le testimonianze di quanti possano essere a conoscenza di elementi importanti per le indagini. Sul posto non ci sono telecamere di videosorveglianza.

Lascia un commento