Gli somministrano il vaccino antinfluenzale, muore dopo 12 ore: aperta un’inchiesta

La famiglia dell’anziano di Sala Consilina presenta denuncia per caso sospetto

Vaccino antinfluenzaleVuole vederci chiaro la famiglia di Oreste Menafra, 90enne della provincia di Salerno morto il mese di novembre scorso. Il decesso potrebbe essere riconducibile alla somministrazione di una dose di vaccino antinfluenzale. La mattina all’anziano avevano somministrato il vaccino, dopo 12 ore il paziente è morto.

Il decesso dell’uomo è avvenuta il 10 novembre scorso. Ad insospettire i familiari, che hanno presentato denuncia, era stato un eccessivo gonfiore addominale riscontrato sulla salma.

Da qui è partita l’indagine della magistratura. La Procura di Lagonegro (Potenza) ha aperto un’inchiesta ed ha disposto l’esumazione della salma, avvenuta presso il cimitero di Sala Consilina, per consentire il prelievo di tessuti epatici grazie al quale si potrà risalire alle cause del decesso.

Secondo quanto raccontato dal genero, l’anziano non soffriva di particolari patologie: “Mio suocero stava bene, non soffriva di alcuna patologia specifica, il giorno prima si era anche recato nell’azienda di famiglia per dare una mano. Come da prassi, il vaccino gli è stato somministrato dal medico di famiglia che ovviamente non ha alcuna responsabilità”. Il vaccino somministrato a Menafra non apparterrebbe a “nessuno dei vaccini sospetti o sotto inchiesta”.

Lascia un commento

1 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.