Pasolini a Napoli a 40 anni dalla morte: “Oltre ogni possibile fine”, teatro, poesia e letteratura

A quarant’anni dalla morte, il Nuovo Teatro Sanità dedica un mese della sua produzione interamente a Pier Paolo Pasolini

Pier Paolo PasoliniPoesia, teatro e letteratura per riflettere sul rapporto del poeta con Napoli: una serie di incontri (a cura di Claudio Finelli) e di spettacoli dedicati all’eredità intellettuale e letteraria che ci ha lasciato.

Si comincia lunedì 12 gennaio, ore 21.00, con “Voci per PPP”, le parole e le poesie di Pier Paolo Pasolini attraverso le voci di Roberto Azzurro, Carlo Caracciolo, Ivan Castiglione, Cristina Donadio, Tina Femiano, Irene Grasso, Cinzia Mirabella, Lalla Esposito, Antonella Romano e gli allievi del laboratorio del Nuovo Teatro Sanità (al pianoforte il maestro Mimmo Napolitano).

Il 21 gennaio, sempre alle ore 21.00, sarà la volta di un vero e proprio certamen poetico con Carlo Bordini, Domenico Cipriano, Francesco Romanetti, Bruno Galluccio, Viola Amarelli, Rosanna Bazzano, Ferdinando Tricarico, Costanzo Ioni, Lidia Riviello, Fabio Orecchini, Lorenzo Mari, Omar Ghiani. Coordinano, Carmine De Falco e Claudio Finelli.

Il 27 gennaio (ore 21.00) la riflessione su Pasolini verterà invece sul suo essere scrittore, in un confronto letterario che vedrà protagonisti Maurizio Braucci, Alessandro Cecchi Paone, Antonella Cilento, Francesco Durante, Peppe Lanzetta, Antonella Ossorio, e che vuole focalizzare l’attenzione sul suo lascito intellettuale e sull’influenza di questo stesso sulla produzione letteraria contemporanea.

Lascia un commento

17 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.