Ponticelli si mobilita contro la camorra e l’illegalità

Con il pieno sostegno delle Istituzioni, le associazioni del territorio chiamano i cittadini ad un incontro di sensibilizzazione perché “solo scendendo in strada possiamo dimostrare che Ponticelli appartiene alle persone oneste”

PonticelliNegli ultimi giorni il quartiere Ponticelli è stato oggetto di diversi episodi di violenza. Dall’incendio di una abitazione, andata completamente distrutta dalle fiamme, a quello di un esercizio commerciale su via A. C. De Meis, una sparatoria in pieno giorno, di domenica, sul corso, due bombe carta fatte esplodere sempre in via De Meis che hanno distrutto sei automobili, finanche l’accoltellamento di un 17enne nella vicina Volla, dopo una tentata rapina.

Il Presidio Libera Ponticelli “Vittime 11 Novembre”, dopo questi episodi, ha deciso di organizzare per lunedì 19 gennaio 2015 alle ore 18:30 un momento di riflessione pubblico al quale invita tutta la cittadinanza ad immaginare insieme un percorso per il quartiere che si ponga in netta contrapposizione alla mentalità camorrista attraverso l’educazione che senza dubbio parte dalla scuola, passa per le chiese e le associazioni che nei ragazzi e nei giovani del quartiere ci credono davvero.

Lo scopo di questa iniziativa è anche quello di sensibilizzare i cittadini, portandoli a conoscenza di quanto accaduto negli ultimi giorni e quindi sollecitarli a non farsi intimorire e a scendere sul territorio non lasciandolo a camorristi e politici corrotti. Alla manifestazione parteciperanno le istituzioni che negli ultimi anni hanno mostrato il loro appoggio e vicinanza alla causa: la Municipalità 6, il Comune, il comando dei Carabinieri ed il commissariato di Polizia.

“Ci auguriamo – dichiarano gli organizzatori – che l’iniziativa possa interessare il maggior numero di cittadini del quartiere. Siamo sicuri del fatto che solo scendendo in strada possiamo dimostrare che Ponticelli appartiene alle persone oneste, quelle che si schierano sempre dalla parte della giustizia. Instancabili sulla strada già da anni intrapresa per la memoria delle vittime innocenti di camorra, promettiamo che non mancheranno altre iniziative che punteranno ad attirare giovani e non, per combattere insieme questa battaglia di civiltà. Saremo armati anche noi ma di penne e matite, di cultura, di cinema, di arte e d’impegno. Lunedì al termine del momento di incontro prenderemo appuntamento con tutte le persone che intendono impegnarsi per progettare la fase successiva fatta di proposte concrete e reali per il territorio”.

Punto di incontro: incrocio tra via A. C. De Meis e Corso Ponticelli (all’entrata della stazione Ponticelli della circumvesuviana).

Lascia un commento