Il Napoli batte 2-1 il Genoa, doppietta di Higuain e azzurri soli al terzo posto

Il Napoli, vince contro il Genoa grazie a due gol di Higuain (uno su rigore). Si avvicina alla Roma ed è a meno 6 dai giallorossi

Higuain-HamsikNapoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic (dal 40′ s.t. Britos); Inler, David Lopez; Callejon, Hamsik, De Guzman (dal 26′ s.t. Gabbiadini); Higuain (dal 45′ s.t. Zapata). All. Benitez

Genoa (3-4-3): Perin; Roncaglia, Burdisso, De Maio (dal 34′ s.t. Lestienne); Edenilson, Rincon (dal 23′ s.t. Kucka), Bertolacci, Antonelli; Iago Falque, Fetfatzidis (dall’8′ s.t. Niang), Perotti. All. Gasperini

Marcatori: Higuain(N) al 7′ p.t.; Iago Falque (G) all’11’, Higuain (N) su rigore al 30′ s.t.
Arbitro: Calvarese

Allo stadio San Paolo, la prima partita del girone di ritorno, finisce 2-1 tra Napoli e Genoa. Una gara ricca di emozioni, grazie ai numerosi cambi di gioco e alle numerose occasioni che sono riuscite a creare le squadre in campo. I partenopei vincono grazie a due gol di Higuain: il primo in fuorigioco e il secondo su rigore molto discusso. Alla squadra di Benitez è andata bene ma il pareggio non sarebbe stato un risultato ingiusto per quanto mostrato dai rossoblù. Questi ultimi, si sono confermati una formazione ostica e hanno dimostrato di meritare la buona posizione in classifica di cui godono attualmente. Per il Napoli è una vittoria preziosa, in quanto si avvicina al secondo posto occupato dalla Roma. Adesso, gli azzurri sono a meno 6 punti dai giallorossi.

La partita si sblocca al 7′ minuto di gioco quando su tiro di Callejon, respinto dal portiere del Genoa, Higuain si fa trovare pronto e porta il Napoli in vantaggio. I rossoblù provano a reagire ma il Napoli si difende in modo abbastanza ordinato. Non mancano le occasioni da una parte e dell’altra. Al 29′ il Napoli vicino al raddoppio ma Hamsik è troppo impreciso e manda la palla sopra la traversa.

Al 33′ Higuain protesta per una trattenuta a limite dell’aria di rigore (ma fuori area). La trattenuta c’è ma Calvarese lascia giocare. Al 37′ De Guzman sbaglia un gol che sembrava già fatto. La sua, è l’occasione migliore che ha il Napoli per tutta la durata del primo tempo. Un minuto più tardi il Genoa va vicino al pareggio ma una grande parata di Rafael salva il risultato. Si va a riposo con il Napoli in vantaggio.

La prima occasione della ripresa, è per la formazione di Benitez. I partenopei ancora vicini al raddoppio ma Burdisso con una scivolata sulla linea di porta, evita un altro gol alla sua squadra. Iniziano ad essere tante le occasioni per gli azzurri ma al 11′ minuto arriva il pareggio della squadra di Gasperini. Colpevole sia la mediana che la difesa dei partenopei, perchè si fanno trovare impreparate. Il gol viene realizzato da Iago Falque. Tutto da rifare per il Napoli. Gli uomini di Benitez attaccano a testa bassa e Callejon nel giro di due minuti, ha almeno tre occasioni da gol. Niente da fare, una traversa e due ottimi interventi di Perin, gli negano la gioia del gol.

Al 30′, al Napoli viene concesso un rigore dubbio. L’arbitro fischia per una spinta di Kucka su Higuain. L’argentino va sul dischetto e non sbaglia. Il Genoa è pericoloso e sembra in grando di pareggiare, fino a quando l’arbitro fischia e manda tutti negli spogliatoi.

Al termine della gara, Benitez a proposito della prestazione dei suoi, afferma: “Sono contento perché abbiamo vinto, ma il risultato ci sta stretto, perché abbiamo avuto molte occasioni per segnare. Loro hanno spinto un po’, ma abbiamo meritato di vincere e – continua – questa è una partita che poteva finire con 5 gol per noi”. In merito alle polemiche arbitrali: “Gli errori si compensano. Degli arbitri non dico nulla“. Intervistato su una rete Mediaset, ha poi aggiunto: “Il rigore è netto”.  Higuain si dice ottimista per il secondo posto. “Se penso al secondo posto? Certo, se matematicamente ci si può arrivare ma dobbiamo restare tranquilli”.

L’allenatore del Genoa non si è presentato in sala stampa. Il presidente della società, Enrico Preziosi, in dissenso con le decisioni della terna arbitrale, ha ordinato il silenzio a tutti i suoi tesserati.

Lascia un commento