#DomenicaAlMuseo a Napoli, le opportunità da non perdere

Mostre, arte, cultura tra gli appuntamenti per il weekend 

DomenicaAlMuseoSi rinnova questa domenica, prima domenica del mese, l’appuntamento con “#DOMENICAALMUSEO – Metti in Agenda dai valore alla tua domenica”, l’iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MBACT) che offre la possibilità di visitare gratuitamente musei, gallerie d’arte, complessi monumentali, scavi e aree archeologiche statali, arricchendo le conoscenze del patrimonio artistico-culturale  della nostra città. Un appuntamento che si ripropone ogni mese e che consente di programmare, “di mettere in agenda”, visite e tour dedicati per una giornata all’insegna dell’arte e della cultura.

In occasione della prossima “domenica gratuita al museo”,  in programma eventi, appuntamenti, siti da visitare. Tra questi:

  • Il Complesso dei Girolamini incontra i docenti”, nell’ambito di “Il Museo e la scuola”, quinto appuntamento del ciclo di incontri che la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico, Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Napoli e della Reggia di Caserta, la “Cooperativa le Nuvole” e “ l’Associazione Progetto Museo” dedicano, da ottobre dello scorso anno, ogni prima domenica del mese in occasione di DOMENICAALMUSEO, ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado e alle loro famiglie (fino a un massimo di 3 membri per ogni docente). Due visite gratuite con prenotazione obbligatoria – alle ore 10 e alle ore 12 – dedicate al Complesso monumentale tra i più ricchi e preziosi del centro storico di Napoli (via Duomo, 142). Per prenotazioni, e-mail: museipolo@progettomuseo.com e attendere conferma di disponibilità per l’orario di visita prescelto;
  • Incontro con gli artisti della mostra  “Rewind Arte a Napoli 19801990”, Castel Sant’Elmo, e gli autori dei saggi in catalogo. La mostra, dedicata alla nuova generazione di artisti napoletani attiva negli anni ’80, presenta circa 100 opere di artisti (tra questi, Carlo Alfano, Mimmo Paladino, Luigi Mainolfi, Nino Longobardi, Ernesto Tafafiore, Francesco Clemente). L’esposizione comprende opere e documenti che descrivono gli eventi di quegli anni per ricostruire la storia artistica a Napoli in quegli anni.
  • Porte aperte ai sotterranei della Certosa di San Martino (Largo San Martino 5) dopo il recente completamento dei lavori di restauro.

Questi alcuni dei possibili tour domenicali all’insegna dell’arte e tanti altri ancora da scoprire in questa nostra magica e complessa città.

Lascia un commento

1 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.