Napoli-Udinese. Gli azzurri a caccia del secondo posto

L’ultima sfida tra Napoli e Udinese, meno di un mese fa in Coppa Italia. Si ripropone in campionato, l’insidia friulana

KoulibalyOggi alle 15.00, Napoli e Udinese si affrontano allo stadio San Paolo per la terza gara di ritorno del campionato di serie A. Torna l’insidioso avversario, rappresentato dalla squadra friulana. L’ultimo incontro tra le due formazioni è avvenuto recentemente agli ottavi di Coppa Italia e nell’occasione, i partenopei sono riusciti a spuntarla soltanto ai calci di rigore, battendo 7-6 la squadra di Stramaccioni e conquistando i quarti di finale.

Un’altra storia in campionato. Il Napoli questa volta scenderà in campo senza effettuare turnover. Benitez, ne avrebbe bisogno visto il numero di diffidati (ne sono cinque) ma ha annunciato di volerne parlare con i giocatori interessati e quindi non dovrebbero esserci grossi cambiamenti rispetto alla formazione titolare. Alla base della scelta del tecnico spagnolo, la necessità di continuare a vincere per inseguire il secondo posto in campionato e tentare il sorpasso alla Roma di Rudi Garcia.

Complessivamente il Napoli, ha realizzato 5 vittorie casalinghe consecutive e procede spedito verso l’obiettivo. L’Udinese, al contrario, arriva da una buona prestazione casalinga contro la Juventus ma nelle ultime 5 partite disputate ha conquistato soltanto 6 punti. Nonostante questo, gode di una discreta posizione in classifica.

Benitez, rispetto all’ultima gara di Coppa Italia contro l’Inter, dovrebbe cambiare circa 6 uomini. Tra i pali, torna Rafael. Al centro della difesa Albiol e Koulibaly con Maggio esterno destro e Ghoulam esterno sinistro. A centrocampo saranno confermati Gargano e David Lopez. Sulla trequarti, ci saranno Callejon (a sinistra), Hamsik al centro e Gabbiadini (a destra). In attacco Higuain.

Stramaccioni, in difesa davanti a Karnezis, schiera Danilo con Heurtaux e Piris. A centrocampo Allan, Guilherme e Hallberg con Widmer a destra e Gabriel Silva a sinistra. In attacco non ci saranno Kone e Di Natale, entrambi squalificati. Al loro posto Bruno Fernandes in supporto a Thereau.

“Dobbiamo essere molto contenti di quanto abbiamo fatto – ha affermato Benitez in conferenza stampa – La squadra ha la mentalità giusta e sta bene fisicamente per continuare così. Però poi in partita può cambiare tutto”. Sul turnover, dice: “Dipende più dai calciatori che da me. I giocatori che non giocano devono allenarsi anche meglio degli altri. Tutti sanno che possono avere la propria opportunità e questo fa la squadra più forte”. E sulle parole dell’allenatore della Juventus Allegri, il quale ha detto che c’è anche il Napoli per la corsa allo scudetto, Benitez è sicuro: “Sono vecchio, ho sentito tante volte allenatori cha parlano bene di altre squadre per deconcentrarle”. L’allenatore del Napoli, in maniera lungimirante, dimostra di credere molto di più nel secondo posto e afferma: “Il secondo posto? Facciamo come all’università, per laurearti devi concentrarti su ogni singolo esame”.

Stramaccioni, dimostra di credere nell’impresa a Napoli perchè “è difficile, ma non impossibile” e assicura sul fatto che “la partita di campionato sarà completamente diversa da quella di coppa”. Afferma il tecnico dei friulani: “Il nostro piano è semplice: sfruttare attraverso gli inserimenti dei nostri centrocampisti gli eventuali sbilanciamento del Napoli. Loro attaccanto spesso con sei sette uomini, speriamo di fargli pagare il loro eventuale azzardo”.

Le probabili formazioni:

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Gargano, David Lopez; Callejon, Hamsik, Gabbiadini; Higuain. All. Benitez

Udinese (3-5-1-1): Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Widmer, Allan, Guilherme, Hallberg, Gabriel Silva; Bruno Fernandes; Thereau. All. Stramaccioni

Arbitro: Di Bello

Lascia un commento