Napoli-Udinese. Ancora una vittoria per gli azzurri

Al San Paolo finisce 3-1. Non basta un’ottima prestazione dei friulani a fermare i partenopei. Il Napoli continua l’inseguimento alla Roma

Napoli-Udinese_HamsikNAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Gargano (81′ Jorginho), Inler; Mertens (66′ De Guzman), Hamsik, Gabbiadini (55′ Callejòn); Higuain. All.Benitez

UDINESE (4-5-1): Karnezis; Piris, Danilo, Heurtaux; Widmer, Allan, Hallberg (62′ Aguirre), Guilherme, Pasquale; Fernandes (77′ Perica), Thereau (86′ Gabriel Silva). All.Stramaccioni

MARCATORI: 8′ Mertens (N), 21′ Gabbiadini (N), 27′ Thereau (U), 59′ aut. Thereau (N)

ARBITRO: Di Bello

Allo Stadio San Paolo, la terza giornata di ritorno del campionato di serie A tra Napoli e Udinese finisce 3-1. I friulani rispettano le aspettative e si dimostrano l’avversario ostico che il Napoli ha dovuto affrontare anche in Coppa Italia, agli ottavi di finale. In quell’occasione la spuntarono gli azzurri che passarono ai quarti. La storia si ripete in campionato e i partenopei trovano una vittoria che rappresenta questa volta, la possibilità di rimanere all’inseguimento della Roma, la quale tenta la fuga ma senza riuscirci. Per ora. L’Udinese, che ha dovuto sopperire a numerose assenze (diffidati sia di Natale che Kone), di contro, può essere contenta di quanto fatto vedere anche oggi e guardare con serenità al proseguio del proprio cammino in campionato.

L’inizio del primo tempo, viene comandato dal Napoli, il quale va in vantaggio con un gol di Mertens al minuto 8′, dopo una bella triangolazione con Higuain. Tiro a fil di palo e palla in rete, impossibile da parare per il portiere dell’Udinese Karnezis. Il Napoli è padrone del gioco e al 21′ minuto raddoppia con Hamsik, che trova un imbeccata perfetta per Gabbiadini e permette all’ex Samp di segnare il suo secondo gol con la maglia azzurra.

Al 26′, pasticcio difensivo di Rafael e Britos. L’Udinese trova il gol con Thereau e un ritmo di gioco che costringe il Napoli in difesa, con gli uomini di Benitez che non riescono più a fare un minimo di possesso palla e subiscono le azioni più pericolose, fatto grave per una squadra di vertice, con la difesa schierata.

Ad inizio secondo tempo, il Napoli soffre e non riesce a prendere in mano la gara. Gli uomini di Stramaccioni, pressano alto a centrocampo e mandano in tilt gli azzurri. Lo scossone che rivitalizza il Napoli e cambia la partita, avviene al 13′ quando Thereau è protagonista di un goffo autogol.

L’Udinese rimane viva fino alla fine ma senza trovare il gol che gli avrebbe permesso di riaprire la gara. Altri 3 punti e altra vittoria per il Napoli (quarta vittoria consecutiva e sesta vittoria in sette partite). Non serve a molto perchè la Roma vince a Cagliari ma dà morale e permette agli azzurri di rimanere saldamente all’inseguimento dei giallorossi.

Lascia un commento