Malasanità: 9 indagati per omicidio colposo dopo la morte della neonata a Catania

5 medici della clinica, 2 operatori del 118 e 2 persone dell’unità di terapia intensiva neonatale

clinica catania“Stiamo verificando le responsabilità penali. E’ una vicenda dolorosa e occorrerà tempo”. Sono nove le persone su cui la Procura di Catania sta indagando a seguito della morte di Nicole, la neonata morta poche ore dopo il parto per mancanza di posti letti negli ospedali catanesi.

Oltre a cinque medici della clinica, tra gli indagati figurano anche 2 operatori del 118 e 2 persone dell’unità di terapia intensiva neonatale. Secondo quanto emerso dai primi atti degli ispettori del Ministero della Sanità in Sicilia, la clinica dove era nata Nicole non ha segnalato la gravità della faccenda alle Unità di terapia intensiva neonatale contattate e pur essendoci disponibilità a Messina, il trasferimento non è avvenuto poiché “fuori distretto”.

Intanto il procuratore di Catania, Giovanni Salvi ha sottolineato che “certamente nell’inchiesta ci occupiamo soltanto di eventuali profili penalmente rilevanti, e non di altro, che è di competenza di Asp e Regione”. Al momento si rende noto che la Procura di Catania ha effettuato “le valutazioni necessarie per ipotizzare responsabilità penali, ai fini del compimento di atti urgenti irripetibili. Domani si conoscerà il numero degli indagati, che saranno ovviamente individuati secondo i criteri della responsabilità personale”.

Ciò che è certo è che la dolorosa faccenda non si concluderà a breve, dal momento che “bisognerà attendere gli esiti di esami medico legali complessi e lunghi, che richiedono tempo”.

FOTO: tratta da ansa.it

Lascia un commento