Pillole di calcio – Voce del verbo Mazzarri

PRO. “Possiamo discutere sulla gestione dell’ultimo mese di Mazzarri, ma credo che il toscano abbia fatto un lavoro straordinario. Mazzarri è la persona più adatta per far raggiungere dei risultati al Napoli. E se il Napoli si ritrova in campionato e vince la finale di Coppa Italia, la stagione non è per niente da buttare” (Maurizio Compagnoni, telecronista Sky).

CONTRO. “Credo che adesso sia inutile aggredire i giocatori. Sono tre anni che giocano sempre gli stessi: c’è stato un limite di Mazzarri che ha peccato di esperienza perchè è la prima volta che ha fatto la Champions. Non sapeva come si gestisce una situazione del genere e adesso preferisce chiudere gli occhi dinanzi a un momento del genere” (Mimmo Malfitano, corrispondente da Napoli per la Gazzetta della Sport).

RESA. “Mazzarri non può fare i miracoli: i giocatori non si possono stampare. Al momento i problemi del Napoli dipendono soprattutto dalle assenze per cui se il mister non ha calciatori a disposizione, non può far altro che adattare la rosa a disposizione” (Adriano Bacconi, esperto di tattiche e moviole della Rai).

SEGNALI. “C’è stato qualche segnale che porta a ipotizzare una conclusione del
rapporto tra Mazzarri e il Napoli a fine anno. Un anno fa, già ci furono frizioni tra società ed allenatore, che potrebbero essere tornate a galla. Dopotutto l’allenatore toscano è abituato a stressare l’ambiente in cui lavora e tutto ciò potrebbe portare ad un’instabilità” (Alberto Brandi, conduttore Mediaset).

INTESA. “Io credo che con lo spirito che ha Mazzarri questo gruppo sia in buonissime mani. Tra me e l’allenatore c’è un’ottima intesa: siamo entrambi compenetrati nei rispettivi ruoli. Aggiungeremo freschezza ed esperienza al Napoli del prossimo anno per creare un circuito virtuoso di onde positive” (Aurelio De Laurentiis).

PREFERENZE. “Io preferirei che lo scudetto lo vincesse il Napoli. Al momento
sono ammirato dalla Juventus: esprime un calcio davvero efficientissimo, non me l’aspettavo così già quest’anno. Il Milan invece ha una struttura molto forte”
(Massimo Moratti, presidente dell’Inter).

Lascia un commento

17 − due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.