Grande successo per Domenica al Museo, turisti e appassionati d’arte invadono Napoli

“Domenica al Museo”, cifre di visitatori da urlo: il successo della cultura e del patrimonio artistico italiano. Folla di turisti a Napoli con la Reggia di Caserta e il Museo Archeologico super affollati

Domenica al MuseoGrande successo per la “Domenica al Museo”. L’iniziativa del Ministero dei Beni Culturali, che da 9 edizioni la prima domenica del mese porta gli italiani gratis in giro per i musei, raggiunge ancora una volta picchi di visite straordinari. Anche a Napoli file chilometriche all’entrata del Museo Archeologico Nazionale, della Reggia di Caserta e del Palazzo Reale.

I dati registrati dal Mibact confermano ancora una volta l’interesse degli italiani per la cultura. Scoprire per la prima volta o apprezzare anno dopo anno il nostro patrimonio culturale è la molla che spinge tanti visitatori ad affollarsi nei musei e nei siti archeologici. Se poi si pensa che nella prima domenica del mese l’ingresso è gratis, allora il boom è assicurato.

E infatti si parla di ben 11.089 visitatori alla Reggia di Caserta, 9.354 a Pompei e 4.153 a Capodimonte. In questo modo il complesso vanvitelliano raggiunge la vetta della classifica campana per numero di presenze. Mentre sul piano nazionale si piazza seconda, subito dopo il Colosseo con i suoi 11.189 visitatori.

Code da paura anche all’ingresso del Palazzo Reale. Centinaia di persone sono accorse per visitare la residenza borbonica che si erge al centro di piazza plebiscito. A confermarlo è lo stesso sindaco De Magistris che dal suo blog posta le foto della piazza gremita di persone in fila davanti all’ingresso.E non è da meno neanche il Museo Archeologico Nazionale, dove dalle prime ore del mattino le persone si sono dovute mettere in coda per entrare. Una meta che risulta essere un ever green, con opere che vanno dalla Collezione Farnese, ai reperti archeologici della Magna Grecia, fino ai meravigliosi affreschi rinvenuti a Pompei.

Tra le fila dei visitatori accorsi nei diversi poli museali numerosi sono anche i turisti. Il sindaco De Magistris ha dichiarato: “Napoli ha visto raddoppiare le presenze turistiche dal 2011 ad oggi e l’Aeroporto di Capodichino cresce il doppio rispetto agli altri aeroporti italiani. Dobbiamo continuare su questa strada e migliorare ancora di più i servizi e l’accoglienza”. Un dato non di poco conto per una città come Napoli e una regione come la Campania che proprio dal turismo potrebbero trarre la principale fonte di crescita.

Accanto a questo aspetto, il ministro Franceschini, promotore dell’iniziativa “Domenica al Museo”, ci tiene a sottolineare il suo valore educativo. “File di cittadini e famiglie stanno trasformando ogni prima domenica del mese in una festa in ogni città e crescono i Comuni che si sono adeguati moltiplicando così l’offerta”, continua il ministro raccontando un successo che ha coinvolto in poche ore tutti i maggiori musei italiani, da Nord a Sud con numeri di visitatori nell’ordine delle migliaia.“L’Italia – ha detto Franceschini – è un grande museo diffuso e dobbiamo smetterla di guardare ad altri Paesi con complessi di inferiorità mentre siamo un’eccellenza nel mondo”. Un’eccellenza che proprio oggi i cittadini hanno dimostrato chiaramente di riconoscere, dando valore alla cultura e al patrimonio artistico nostrano.

 

Lascia un commento

1 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.