Napoli, a Forcella in manette 50 presunti affiliati clan locali

Vasta operazione anticamorra, porta all’arresto di affiliati a clan operanti nel quartiere napoletano di Forcella. Tra i destinatari dell’ordinanza, emessa dal gip di Napoli, anche un 21enne rimasto ucciso a Ponticelli domenica sera

Auto CarabinieriNapoli, 3 marzo – Una vasta operazione condotta dal Nucleo investigativo dei Carabinieri e da agenti della Squadra mobile della Polizia, ha portato all’arresto di 50 persone nel quartiere Forcella. Gli arrestati, sarebbero affiliati dei clan Ferraiuolo-Stolder e Del Prete (collegato al clan Mazzarella), entrambi operanti nel popoloso quartiere napoletano e in conflitto tra loro per la gestione di numerose attività illecite.

Le accuse, nei confronti degli arrestati sono pesanti e vanno dall’associazione di stampo mafioso, all’associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Non mancano le accuse di estorsione e omicidio, oltre al porto e detenzione di armi comuni e da guerra.

L’ordinanza è stata emessa dal gip di Napoli, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo campano. Tra i destinatari della stessa, figura anche il nome di un 21enne rimasto ucciso domenica sera, nel quartiere Ponticelli. Il giovane, si trovava all’interno di un circolo ricreativo quando è stato freddato con quattro colpi di pistola. Era ritenuto affiliato al clan Del Prete.

Lascia un commento

19 − dodici =