Giornata internazionale della Donna, dalla rivoluzione russa agli eventi a Napoli

Occasioni per celebrare le battaglie delle donne in una città che sin dalle origini, dal mito di Partenope, è donna

women dayComunemente definita “Festa della donna”, l’8 marzo ricorre la “Giornata internazionale della donna”. Un’occasione in cui celebrare le conquiste, i diritti che lottando e con fatica le donne hanno ottenuto. Ma anche i soprusi e le ingiustizie che ieri, come ancora oggi, sono costrette a subire. La città di Napoli spalanca le porte ad una serie di eventi che vedranno al centro dell’attenzione le donne e riserveranno proprio a loro promozioni speciali o ingressi gratuiti.

Ma perché proprio l’8 marzo? Un racconto conosciuto da tutti è quello che riguarda il drammatico incendio, presumibilmente avvenuto l’8 marzo in una fabbrica di cotone di New York, in cui persero la vita 123 operaie. Guardando la storia, sembrerebbe invece che l’incendio della fabbrica Triangle sia avvenuto soltanto ben tre anni dopo e non l’8 marzo. Il Woman’s Day, dal nome della conferenza per i diritti delle donne tenuta dalla socialista Corinne Brown, in realtà si festeggiava già da un po’ in America. Riconosciuta ufficialmente dall’Onu nel 1977, fu scelta la data dell’8 marzo in ricordo del ruolo fondamentale che ebbero le donne nella Rivoluzione russa iniziata quel giorno.

Quest’anno per l’occasione il Comune di Napoli ha organizzato la manifestazione “Marzo Donna 2015”, un intero mese per ricordare le donne che hanno fatto grande la nostra città. Tra i diversi eventi lassociazione Curiocity ha promosso una visita guidata nel centro storico di Napoli in cui conoscere la vita di eroine partenopee come Eleanor Pimentel Fonseca.

E i personaggi femminili come Santa Giovanna Antida di Thouret saranno protagoniste anche delle visite organizzate dall’associazione Megaride. Un tour al complesso di Santa Maria Regina Coeli, sabato 7 marzo, e domenica 8 al Complesso degli Incurabili e al Monastero delle Trentatré.

Per gli amanti, o meglio le amanti, dell’arte il museo Madre concede l’ingresso gratuito alle donne per la mostra “Lucio Amelio. Dalla Modern Art Agency alla genesi di Terrae Motus (1965-1982). Documenti, opere, una storia…”. E sempre per restare in tema è da segnalare la mostra “Leonardo Da Vinci, il Genio del bene” che si terrà domenica al Museo Nazionale di Pietrarsa in apertura straordinaria alle ore 21.00.

Città della Scienza si conferma ancora una volta in prima linea nelle manifestazioni cittadine, proponendo l’evento “Effervescienze”. Una serata, sabato 7 dalle 20 alle 24, da trascorrere in compagnia della scienza e delle donne. Saranno proprio le scienziate a presentare al pubblico il laboratorio “Open Lab Al Femminile”, la mostra “Madre Natura” e il “Cabaret di effervescienza”, per concludere la serata tra musica e divertimenti.

Chi, invece, non conosce Napoli o desidera approfondire la scoperta della propria città potrà partecipare all’entusiasmante visita sulle pendici del Vesuvio. Percorrendo i sentieri del Parco Nazionale del Vesuvio sarà possibile entrare in contatto con la straordinaria natura che il vulcano offre e la sconvolgente e drammatica storia che porta con sé. In particolare si offrirà agli spettatori lo spettacolo della “Valle dell’Inferno” in cui è ancora oggi presente la lava dell’eruzione del 1944.

Un evento in particolare che interessa soprattutto i turisti è il Bed&Breakfast Day. Un week-end lungo, dal 6 all’8 marzo, durante il quale è possibile alloggiare gratis per una notte, prenotandone un’altra, in numerosi alberghi campani. Per la lista completa dei B&B che aderiscono all’iniziativa, consultare il sito www.bed-and-breakfast.it.

Lascia un commento

due + 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.