Napoli-Inter, posticipo di lusso. Gli azzurri sempre ad inseguire il sogno del secondo posto, i nero-azzurri classifica in affanno

Stasera ore 20.45, il big match tra Napoli e Inter. I nerazzurri, vogliono rientrare tra le prime sei ma non vincono al San Paolo dal 1997

San PaoloStasera alle 20.45, il Napoli ospita al San Paolo l’Inter, per il posticipo della ventiseiesima giornata di campionato. I partenopei, sono reduci dalla brutta sconfitta contro il Torino, parzialmente riscattata con una buona prestazione contro la Lazio, nella semifinale di andata di Coppa Italia. La squadra di Benitez, vuole continuare la corsa al secondo posto ma, al momento, non è mai riuscita a fare il salto di qualità necessario a raggiungerlo. Dall’altra parte, i nerazzurri, sono noni (meno dieci dal Napoli) e vogliono conquistare la vittoria per non complicarsi la corsa all’Europa League. Va detto, che gli uomini di Mancini stanno attraversando un buon momento dal punto di vista dei risultati, se non si considera lo scivolone casalingo contro la Fiorentina. Proprio da quest’ultima più che dall’Inter, deve guardarsi il Napoli, che è inseguito anche dalla Lazio, desiderosa di scalzare i partenopei dal terzo posto.

Benitez, deve fare a meno degli indisponibili Gargano, Maggio e Britos. Davanti Andujar, il tecnico dovrebbe schierare Albiol e Koulibaly centrali, con Mesto a destra e Strinic a sinistra. A centrocampo Inler e David Lopez. Sulla trequarti Callejon, Hamsik, Gabbiadini. In attacco Higuain.

Nell’Inter, Mancini schiera Ranocchia e Juan Jesus centrali, con Santon a destra e D’Ambrosio a sinistra. A centrocampo Guarin, Medel e Brozovic. In attacco Shaqiri, Icardi (non al meglio) e Palacio.

Il tecnico del Napoli, parlando a Radio Kiss Kiss, alla vigilia della sfida con l’Inter mette tutti in guardia e dice: “L’Inter era forte, ma col mercato di gennaio è diventata ancora più forte. La squadra sembra più equilibrata, ma hanno speso tanti soldi”. Il tecnico ha anche parlato delle assenze: “Zuniga è a posto, è stato convocato. Gargano starà fuori per almeno due settimane, ma Britos e Maggio torneranno con noi. Tornerà prima Insigne che Michu, Lorenzo deve migliorare la condizione fisica, ma ieri si è allenato col gruppo e sta bene”.

Mancini, ha affermato: “Questa è una gara difficile perché il Napoli è una grande squadra e sta facendo un grande campionato. Battere una squadra sopra di noi sarebbe molto importante. Il tecnico nerazzurro pensa in grande e il prossimo anno spera di lottare per lo scudetto: “Stiamo facendo un lavoro importante, poi nel calcio non si sa mai perché poi magari l’Inter a fine stagione non sarà contenta. Per quello che mi riguarda, il lavoro che stiamo facendo adesso deve portare dei frutti a maggio e poi deve essere un lavoro che ci porterà il prossimo anno a lottare per lo scudetto“.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Mesto, Albiol, Koulibaly, Strinic; Lopez, Inler; Callejon, Hamsik, Gabbiadini; Higuain. All. Benitez

INTER (4-3-3): Handanovic; Santon, Ranocchia, Juan Jesus, D’Ambrosio; Guarin, Medel, Brozovic; Shaqiri, Icardi, Palacio. All. Mancini

Arbitro: Rocchi di Firenze

Lascia un commento

undici − 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.