Sassaiole contro bus a Napoli, autista salvo per miracolo

Due episodi in meno di 24 ore. Lancio di sassi contro i mezzi dell’Anm, tragedia sfiorata

bus vandalizzatoNapoli, 14 marzo – Due gravissimi episodi di vandalismo si sono verificati a Napoli ai danni di un bus e un filobus dell’Anm. Un fitto lancio di sassi, ad opera di ignoti, ha mandato in frantumi i vetri dei due mezzi per il trasporto pubblico; un grosso spavento per i conducenti che fortunatamente sono rimasti illesi ma si è sfiorata la tragedia.

Il primo episodio si è verificato poco dopo la mezzanotte. Nel mirino dei vandali l’N6 della linea notturna che percorreva viale Traiano. A.G. alla guida del bus dichiara che i sassi hanno sfondato due vetri e solo per puro caso non è stato colpito. L’autista si è salvato grazie alla maniglia della porta anteriore che gli ha fatto da scudo. Al momento del raid vandalico sul bus erano presenti una decina di passeggeri che presi dal panico hanno cominciato ad urlare.

Il secondo episodio si è verificato questo pomeriggio alle 14,00. Questa volta sotto tiro un filobus della linea 203 oggetto di una sassaiola in via Carbonara, nei pressi della ferrovia. L’anta di vetro della porta posteriore è andata in mille pezzi. Cosi come nel primo episodio è stato necessario l’intervento di una volante della Polizia di Stato.

Secondo Adolfo Vallini, del coordinamento del Usb, seppur in calo, gli atti vandalici e le aggressioni ormai sono sistematiche e dichiara: “Si lavora in condizioni di forte stress e temiamo ogni giorno per la nostra incolumità, questa situazione è intollerabile”.

Lascia un commento