Hellas Verona-Napoli. Dopo la batosta del 6-2 dell’andata, Benitez suona la carica

Si gioca stasera alle 18.00 al Bentegodi, Rafa Benitez “A Verona per vincere” mentre la squadra di Mandorlini è reduce da risultati altalenanti

Lorenzo-InsigneDopo aver battuto per 3-1 la Dinamo Mosca in Europa League, il Napoli scende in campo questa sera contro l’Hellas Verona per la 27a giornata del campionato di serie A. Entrambe le squadre vogliono conquistare i tre punti ma per motivi del tutto diversi. Il Napoli per tentare di seminare la Lazio a pari punti e continuare la rincorsa alla Roma e al secondo posto che vale la qualificazione Champions. Il Verona perchè nelle ultime tre partite, ha ottenuto solo una vittoria contro un Cagliari allo sbando ed è reduce da un periodo di risultati altalenanti. Inoltre, a Mandorlini e i suoi uomini, brucia ancora la sconfitta dell’andata, quando uscirono dal San Paolo con un pesante passivo (finì 6-2). Benitez, dal canto suo, sa quanto il Bentegodi sia un campo difficile sia per la rivalità esistente tra le tifoserie delle due squadre e sia perchè la sua squadra fino ad oggi non è mai riuscita a fare il salto di qualità, necessario per il tanto agognato aggancio alla Roma. Ed è per questo, che sta tentando di far sentire il più possibile la vicinanza alla squadra e ha voluto suonare la carica ai suoi: “A Verona per vincere”.

Mandorlini deve rinunciare allo squalificato Ionita e agli indisponibili Marques e Marquez. Non è esclusa l’assenza di Nico Lopez, non al meglio. In difesa spazio alla coppia Moras e Rodriguez al centro, con Sala a destra e Pisano a sinistra. A centrocampo Obbadi, Tachtsidis e Hallfredsson. In attacco Jankovic e Gomez a supporto di Toni.

Nel Napoli, c’è il grande ritorno di Lorenzo Insigne dopo diversi mesi di stop per infortunio. Benitez ritroverà anche Zuniga, ma in mezzo al campo dovrà fare a meno di alcune pedine importanti. Henrique non ci sarà perchè squalificato mentre Koulibaly, Garno e Strinic sono infortunati. Incerto il recupero di Gabbiadini, alle prese con un affatticamento muscolare. In difesa, la coppia centrale sarà formata da Albiol e Britos con Maggio a destra e Ghoulam a sinistra. A centrocampo rientra David Lopez e si va verso la riconferma di Inler. Sulla trequarti ci saranno Callejon, Hamsik e De Guzman. In attacco Higuain.

“Non importa lo spettacolo, col Napoli voglio i punti”, ha affermato il tecnico degli scaligeri. “Non è una gara particolare perchè affrontiamo il Napoli, ma perchè dobbiamo fare punti. Al di la delle propagande, è una partita che ha la stessa importanza che deve avere quella con il Cagliari e – ha concluso – ci vuole grande attenzione e grande umiltà”.

“Rispettiamo la squadra di Mandorlini – afferma Benitez – ma stiamo attraversando un buon periodo di forma e andremo lì per vincere. Certo, mi aspetto un ambiente caldo in virtù del quale la squadra dovrà tenere alta la concentrazione”.
Il tecnico, ha anche spiegato il perchè delle assenze di troppo, dicendo: “Quando si giocano tante partite con grande intensità è normale che ci siano alcuni infortuni ma non abbiamo mai avuto grossi problemi grazie al lavoro di prevenzione dello staff medico. Adesso è rientrato pure Zuniga, spero che torni presto al suo livello perché al pari di Insigne è un giocatore che può fare la differenza”.

Le probabili formazioni:

VERONA (4-3-3): Benussi; Sala, Rodriguez, Moras, Pisano; Obbadi, Tachtsidis, Hallfredsson; Gomez, Toni, Jankovic. All.Mandorlini

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Lopez, Inler; Callejon, Hamsik, De Guzman; Higuain. All.Benitez

ARBITRO: Banti di Livorno

Lascia un commento