Bagnoli: giovani, disoccupati e studenti in corteo contro il commissariamento

Il corteo si è fermato sotto la sede del Consiglio comunale di Napoli dove stamane si è discusso sul futuro dell’ex area Italsider. Una delegazione di manifestanti è stata ammessa in aula

corteo bagnoliNapoli, 16 marzo – Questa mattina un centinaio di manifestanti si sono dati appuntamento presso la stazione della metropolitana di Montesanto per protestare contro lo Sblocca-Italia e il commissariamento del sito ex industriale di Bagnoli (Napoli). Il corteo ha sfilato per le strade della città per poi fermarsi  sotto la sede del Pd, in via Santa Brigida, e del Consiglio comunale dove si è tenuta un seduta in cui si è discusso sul futuro dell’intera area flegrea.

“Se Bagnoli sarà commissariata ogni giorno sarà una barricata” questo lo slogan intonato da studenti, operai e disoccupati che hanno aderito alla mobilitazione. Nei giorni scorsi si è fatto il nome del Magistrato Raffaele Cantone per il ruolo di commissario straordinario ma per chi protesta un nome vale l’altro in quanto sono contrari all’applicazione della Legge n.164/2014 nota con il nome di “Sblocca-Italia”.

Secondo Salvatore Cosentino del movimento Iskra Napoli, “Un commissario o un altro per noi non fa differenza ed è chiaro il gioco del Governo che sta cercando di trovare per questo ruolo il volto più pulito possibile. Non ci interessano né la forma, né i contenuti proposti. Noi vogliamo che sia fatta partire una vera e reale bonifica, controllo e legittimità che vengano dal basso con una proposta di lavoro che inserisca i tanti disoccupati del nostro territorio”.

Una delegazione composta da 10 manifestanti è stata ammessa in aula per seguire la discussione ed esporre le proprie ragioni.

FOTO: tratta da Ansa.it

Lascia un commento

10 − 7 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.