Nasce la L.U.T. libreria utopica temporanea, è a Napoli fino a domani

Nel centro storico di Napoli nasce una nuova libreria. In una chiesa e solo per quattro giorni. Numerosi gli eventi proposti al pubblico

libreria utopica temporaneaSullo sfondo barocco della Chiesa della Croce di Lucca ha inizio la rassegna stampa di L.U.T. – Libreria utopica temporanea. Un modo per portare i libri direttamente tra i vicoli di Napoli, dando voce anche ai piccoli e medi editori. Ma solo per un po’. La libreria infatti sarà aperta soltanto fino a domani, domenica 22.

Il progetto di L.U.T. – Libreria utopica temporanea nasce 12 anni fa con il nome di “L’Altrolibro”. E “altri” sono i libri che vuole proporre: non solo i grandi classici, non solo le grandi case editrici. Ma anche e soprattutto quelle più piccole che molto spesso restano fuori dalle librerie.

Organizzata dalla libreria “Perditempo”, è una rassegna stampa che intende presentare un modo “altro” di fare letteratura. Girando all’interno della suggestiva Chiesa della Croce di Lucca in piazza Miraglia, è possibile imbattersi in libri di storia dell’arte, di filosofia, romanzi e storie per bambini. Tra i tanti anche gli opuscoli della collana “Pagine Sparse” ideati dalla Società di Studi Politici in collaborazione con gli studenti del liceo J. Sannazaro.

Per questa edizione L.U.T. ha visto un’affluenza di visitatori e clienti davvero inaspettata, come ci raccontano entusiasti gli organizzatori. E non c’è da meravigliarsi vista la fitta serie di eventi che ha messo a disposizione in soli 4 giorni, dal 19 al 22 marzo.

La partenza è stata ieri con la presentazione del volume “Le insidie con l’arco – la vendetta degli invisibili” di Nicola de Corneliis. Un romanzo che fonde la storia con l’immaginazione, un racconto che abbraccia gli eventi della Comune di Parigi lasciando spazio anche ai pirati e ad avventure incredibili. Presente per l’occasione anche lo scrittore partenopeo Angelo Petrello.

A seguire, per la giornata di oggi era prevista la presentazione del pamphlet “Contro ogni alienazione” di Carmine Mangone e dell’opuscolo “Il compressore”, un incontro in cui riflettere sulla costruzione del TAV e i danni ambientali che comporta. Per la prima parte della serata gli spettatori sono invitati ad ascoltare le parole di Mangone sul tema della rivoluzione, quella che lui definisce una “rottura decisiva (e gioiosa) con l’esistente”.

E chi invece domani sera sarà di passaggio per via dei Tribunali potrà fermarsi per una “chiacchierata” con Manolo (BOOKLET) e Robertino (libreria Calusca – A.P.M.) riguardo lo “stato dell’editoria di movimento”. Un incontro importante che a chiare lettere rivendica lo spirito della rassegna editoriale L.U.T. Con la stragrande distribuzione delle grandi case editrici, i libri digitali e quelli venduti perfino al supermercato “i piccoli editori e librai – racconta Manolo – pagano una salatissima tassa di presenza che ne mina indipendenza e libera scelta”. Da qui la volontà di BOOKLET di ripartire valorizzando la cultura e non i “prodotti commerciali”.

Chiudono poi la carrellata di eventi la presentazione del volume “Che cosa significa insegnare?” di Eleonora de Conciliis e di “La zecca e la malacarne” di Pino Tripodi. L’obiettivo è quello di presentare una realtà sovvertita, anche se in modo diverso, per entrambi. Eleonora de Conciliis raccontando un modo di fare scuola diverso, in cui gli studenti non sono solo scatole da riempire e in cui “si può insegnare a non obbedire”. E Pino Tripodi più tardi, alle 20.00, invece racconterà la storia politica del Mezzogiorno attraverso gli occhi dei protagonisti, meridionali sparsi ai quattro angoli del mondo, anche questa volta in un mix di fantasia e realtà.

Proprio di fantasia, infine, si occupa un altro eccezionale ospite di L.U.T.: Massimo Gerardo Carrese. Si definisce un “fantasiologo”, uno studioso di fantasia e di immaginazione, e starà in libreria tutti i giorni, dalle 10 alle 23. Autore di diversi saggi, assistente di Letteratura Italiana all’università L’Orientale, musicista, poeta, amante dei giochi di parole e degli enigmi è una personalità eclettica. Le sue opere, senza dubbio innovative, saranno presenti nella rassegna editoria L.U.T. per tutta la durata degli eventi.

Lascia un commento