Sanità: Vozza (Sel), esenzione ticket è solo mancia elettorale

“Da Caldoro spot irrealizzabili e pagati con i soldi dei cittadini”

Salvatore Vozza“L’esenzione dal ticket per le persone con redditi fino a 15.000 euro è l’ennesima mancia elettorale di Caldoro. Il Presidente uscente, dopo un quinquennio di nulla, e in mancanza di qualsivoglia idea per il rilancio della Campania, ha deciso di condurre la sua campagna puntando unicamente su clientele e regalie, riportandoci ai tristi tempi di Achille Lauro”. Lo ha dichiarato Salvatore Vozza, candidato presidente della Regione Campania per Sel.

“Gli spiccioli elargiti oggi – ha proseguito – non devono far dimenticare che nel corso del suo mandato Caldoro ha distrutto la sanità campana, tagliando migliaia di posti letto, chiudendo ospedali e pronto soccorso, penalizzando l’assistenza e allo stesso tempo non toccando le rendite parassitarie. È quindi paradossale che chi ha creato il fenomeno dell’emigrazione sanitaria – che costa centinaia di milioni l’anno – e paga le aziende fornitrici a trecento giorni, provi oggi a farsi bello con poche decine di euro che non risolvono né i problemi delle famiglie, né quelli del sistema sanitario”.

“Nella stessa direzione – ha aggiunto Vozza – vanno le oltre mille assunzioni di medici e paramedici annunciate qualche settimana fa. Con l’aggravante che queste assunzioni fantasma sono solo un vuoto spot elettorale, visto che in assenza di autorizzazione governativa resteranno solo sulla carta”.

“E spot elettorali, per di più pagati con i soldi della Regione e quindi dei cittadini, sono anche le incredibili paginate di giornale che magnificano l’uso dei fondi europei. Fondi – ha ricordato – dei quali la Giunta uscente ha già perso 2 miliardi di euro in corso di programmazione e si appresta a perderne altrettanti per non essere stata in grado di spenderli con una seria programmazione, ponendo la Campania all’ultimo posto in Italia per capacità di utilizzo. E a poco valgono le opache distribuzioni a pioggia tentate negli ultimi mesi”.

“Insomma – ha concluso Vozza – le uniche armi di Caldoro sembrano essere le mance elettorali e la mistificazione. Crediamo i cittadini campani meritino di più”.

Lascia un commento