Treni: Alta Capacità Napoli-Bari, approvato il progetto preliminare

I lavori dovrebbero iniziare entro ottobre 2015 e consistono nel raddoppio binari della tratta Cancello-Frasso Telesino e nella variante della linea Roma-Napoli, via Cassino, nel comune di Maddaloni

trenoPassi in avanti sembra si stiano facendo per la realizzazione della linea ad Alta Capacità Napoli-Bari, opera che gli abitanti del capoluogo partenopeo e del capoluogo pugliese aspettano da anni e che permetterà un notevole abbattimento dei tempi di percorrenza ferroviari.

Con una nota FS annuncia che è stata approvata, nell’ambito delle disposizioni del Commisario per la realizzazione dell’opera Michele Mario Elia, la progettazione preliminare relativa al raddoppio della tratta Cancello-Frasso Telesino e la variante alla linea convenzionale Roma-Napoli, via Cassino, nel comune di Maddaloni.

L’approvazione, segnala Fs “rappresenta un ulteriore progresso verso l’obiettivo di far partire, entro ottobre 2015, i cantieri per la realizzazione della tratta ferroviaria”.
Il cronoprogramma dei lavori, prevede che “entro ottobre 2015 siano operativi i cantieri delle prime opere, a cominciare da viabilità e cantieristica”. L’avvio delle opere definitive è “programmato entro il 2016”. Il costo complessivo dei lavori è stimato “in circa 6 miliardi, di cui 3 già stanziati”. Con la realizzazione dell’opera, “Bari sarà raggiungibile da Napoli in due ore e da Roma in tre ore”.

Lascia un commento