Blitz a Secondigliano, arrestati due giovani e rimossi ‘bancomat della droga’

Durante un blitz delle forze dell’ordine, sono stati arrestati due giovani per spaccio e detenzione di stupefacenti. I pusher ricevevano e passavano la droga tramite delle porte blindate, dette “bancomat della droga”

bancomat drogaNapoli, 4 aprile – A Secondigliano, nel quartiere della zona nord di Napoli, sono stati arrestati due giovani, di 22 e 25 anni, già noti alle forze dell’ordine. I due sono stati arrestati per spaccio e detenzione di stupefacenti durante un blitz dei carabinieri, gli arrestati sono stati portati nel carcere di Poggioreale.

A quanto pare i pusher  ricevevano i soldi e passavano la droga tramite delle fessure posizionate su delle porte blindate, dette appunto “bancomat della droga”. I carabinieri hanno notato i due giovani su via Limitone D’Arzano, area sotto l’influenza del clan camorristico della Vannella-Grassi, mentre cedevano droga ad acquirenti.

Una volta bloccati, alla perquisizione è risultato che i pusher erano in possesso 21,3 grammi di eroina, divisa in 25 dosi, 19,4 grammi di cocaina, divisa in 23 dosi, due grammi di crack, divisa in 10 dosi e di 105 euro in denaro contante. Durante l’operazione dei carabinieri, sono state rimosse alcune porte blindate, installate abusivamente per proteggere gli spacciatori.

Lascia un commento

17 − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.