Pd Ercolano nel caos: il nazionale candida Buonajuto, i militanti occupano la sede

Tra i tre litiganti alla poltrona di sindaco viene candidato Ciro Buonajuto e la base si ribella

pd ercolanoNapoli, 11 aprile – La segreteria nazionale del Partito Democratico decide a tavolino la candidatura del consigliere comunale Ciro Buonaiuto, e gli iscritti si ribellano.

Non va giù la decisione presa dalla dirigenza nazionale che di fatto esautora il livello locale. Non ci saranno primarie per la scelta del candidato sindaco ed un gruppo di iscritti occupa la sede. E’ accaduto stamane.

La protesta della base Pd nasce dalla considerazione che l’87% degli iscritti aveva individuato una soluzione unitaria nel segretario cittadino Antonio Liberti, con il sostegno di alcuni deputati. Ma a quanto pare la decisione del livello locale non piace al nazionale, soprattutto in seguito ai fatti contestati legati ad un tesseramento con sospetta infiltrazione camorristica e gli avvisi di garanzia arrivati in questi giorni al sindaco uscente Vincenzo Strazzullo ed al suo vice Antonello Cozzolino, (vai all’articolo) entrambi in contesa tra loro e con lo sfidante renziano Ciro Buonajuto, alle primarie che non si sono poi più celebrate a causa di un tesseramento gonfiato. Ed è stato proprio Ciro Buonajuto a beneficiare del caos che regna ora nel Pd di Ercolano.

Lascia un commento