Dichiarazioni fiscali online, solo in pochi beneficeranno dell’innovazione

Non convince il contribuente la possibilità di compilare il 730 direttamente online, solo il 34% ne dà un giudizio positivo

compilazione 730Dal 15 aprile sul sito web dell’Agenzia delle entrate verrà messo a disposizione di dipendenti e assimilati un modello di 730 precompilato, che potrà essere accettato o modificato online direttamente dal contribuente. Una vera innovazione che però, secondo un sondaggio, convince solo il 34% degli intervistati contro un 21% che considera questa innovazione poco efficace e un 41% che ancora non si è fatto un idea.

L’innovazione pubblicizzata dall’Agenzia delle Entrate riguardante il modello 730 sta per cominciare. Anche se saranno pochi coloro che sfrutteranno l’occasione per fare da soli la propria dichiarazione dei redditi: solo il 25%, mentre quasi il doppio (il 47%) continuerà a rivolgersi al proprio Caf di fiducia, ed il restante 28% chiederà l’aiuto di un commercialista, è quanto emerge dal sondaggio condotto da Confesercenti Swg. Infatti, nonostante  la maggioranza assoluta dei contribuenti sia a conoscenza dello strumento, il 66% ha ancora fatto richiesta del Pin dispositivo dai servizi online dell’Inps per accedere al 730 precompilato.

La nuova procedura forse andrà a semplificare esclusivamente il lavoro delle amministrazioni tributarie. Secondo lo studio Swg per Confesercenti, la scelta di predisporre la dichiarazione dei redditi direttamente online, infatti, non è sufficiente per produrre una vera semplificazione vista la complessità generale del fisco in Italia.

Lascia un commento