Palazzo di Giustizia di Napoli, da oggi maggiori controlli ma è caos

Lunghe file all’ingresso del tribunale di Napoli per controlli più serrati introdotti dopo la tragedia al tribunale di Milano

coda tribunale napoliNapoli, 13 aprile – Venerdì scorso un uomo, Claudio Giardiello, è riuscito ad eludere i controlli e ad introdursi armato all’interno del tribunale di Milano uccidendo 3 persone, (vai all’articolo) tra cui un giudice, e ferendone altre due. Dopo questa tragedia ci si è posti la domanda se fosse necessario aumentare le misure di sicurezza cosi questa mattina anche a Napoli sono scattati controlli serratissimi per accedere all’interno del Tribunale ma è stato subito caos.

All’esterno del palazzo di Giustizia di Napoli, sito presso il centro direzionale, si sono viste lunghissime file conseguenza dei maggiori controlli introdotti a partire da oggi e del passaggio obbligatorio al metal detector per chiunque, anche per gli avvocati ai quali, prima, era consentito l’accesso grazie al tesserino.

Uno spettacolo insolito che ha attirato l’attenzione di molte persone e lavoratori che solitamente frequentano quella zona e che si sono soffermati a scattare foto e a girare video con i cellulari in quanto è la prima volta che si vedevano file così lunghe all’ingresso del tribunale di Napoli.

FOTO: tratta da lastampa.it

Lascia un commento

3 + 4 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.