Allarme farmaci contraffatti, è pandemia globale

Tra le vittime dei farmaci antimalarici falsificati circa 122.350 bambini africani nel 2013

farmaci contraffattiL’American Journal of Tropical Medicine and Hygiene lancia l’allarme farmaci falsi. Il 41% dei 1700 farmaci sottoposti a test è risultato non conforme agli standard di qualità. Farmaci anti-tubercolosi, anti-Leishmaniosi e antimalarici sono i campioni ispezionati dai ricercatori. Dati che mettono in luce un’emergenza mondiale in cui ad essere in gioco è la vita di milioni di persone.

“La pandemia di medicinali falsificati è pervasiva e sottovalutata, in particolare nei Paesi a basso e medio reddito, dove i sistemi di regolamentazione dei farmaci sono deboli o inesistenti, come dimostrano gli studi”, dichiara Jim Harrington, direttore della University of North Carolina’s Gillings Global Gateway. In Africa e in Asia, infatti, la contraffazione raggiunge picchi del 50%.

Un problema “reale e urgente” presentato nel dettaglio dagli studiosi della rivista americana in ben 17 articoli. Antibiotici di scarsa qualità, farmaci adulterati in cui a volte manca completamente il principio attivo o che, nei casi peggiori, possono contenere ingredienti tossici e pericolosi.

Joel Breman, scienziato del National Istitute of Health e responsabile del supplemento speciale “Pandemia globale di farmaci falsificati”, parlando di possibili soluzioni ha detto: “E’ urgente una collaborazione tra politici, scienziati, esperti in tecnologia, sorveglianza, epidemiologia e logistica, per garantire catene di approvvigionamento globali sicure. Questo problema continua a diffondersi a livello globale, creando una sfida importante per la cooperazione”.

Cooperazione che in Italia attualmente si svolge attraverso la Task Force “Impact Italia”. L’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) porta avanti questa sfida insieme al Ministero della Salute, all’Istituto Superiore di Sanità, ai Nas e all’Agenzia delle Dogane. È da questo lavoro che già nel 2009 nacque la campagna “Farmaci contraffatti: evitarli è facile” per informare i consumatori.

Un’altra strategia per arginare il fenomeno dei farmaci falsi è per Margaret Hamburg, l’ex commissario della Food and Drug Administation, la vigilanza. “Una dose maggiore di sorveglianza della sicurezza – ha scritto in un saggio introduttivo la Hamburg – per prevenire l’esposizione dei pazienti a prodotti falsificati”. Le nuove tecnologie mettono a disposizione schede test cartacee in grado di selezionare i farmaci in base alla qualità e innovative tecniche di fluorescenza e luminescenza che permettono di giungere a risultati ancora più precisi.

One thought on “Allarme farmaci contraffatti, è pandemia globale

  1. Ma accanto a queste gravissime notizie cerchiamo anche di dare dei segnali positivi su quello che si fa. IN ITALIA – UNICO PAESE A MONDO – I FARMACI CONTRAFFATTI O RICICLATI NON POSSONO ESSERE IMMESSI NEL CANALE DISTRIBUTIVO UFFICIALE. Le farmacie e gli ospedali italiani, pubblici e privati, lavorano solo prodotti originali, garantiti dal produttore indicato sulla confezione e passati da un sistema autorizzato sul piano sanitario e corretto sul piano fiscale.
    Il Ministero della salute ha varato nel 1988, nel 2001, nel 2004 e nel 2014 dei provvedimenti atti a consolidare la Tracciabilità Integrale di sicurezza del farmaco anche con accorgimenti tecnologici sempre più avanzati per l’utilizzazione.
    Al momento un Gruppo di lavoro sta studiando l’estensione del progetto a livello europeo e l’estensione della possibilità della consultazione da parte del cittadino.

Lascia un commento