Accademia Aeronautica di Pozzuoli: gli allievi del Corso Sparviero V giurano fedeltà alla patria

Ottanta allievi del Corso Sparviero V, provenienti da tutte le regioni d’Italia e frutto di una rigorosa selezione, hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana e alle sue istituzioni

giuramento accademiaPozzuoli, 23 aprile – La solenne cerimonia si è svolta sul Piazzale delle Medaglie d’Oro dell’Accademia Aeronautica, alla presenza del Ministro della Difesa, Senatrice Roberta Pinotti, del  Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa.

Nel suo discorso il Ministro della Difesa ha dichiarato che “noi abbiamo Forze Armate eccezionalmente capaci, ma in questo mondo che cambia dobbiamo renderle sempre più adatte a rispondere alle nuove minacce, ai nuovi rischi. Ed ecco perché abbiamo voluto un nuovo libro bianco della Difesa, che io domani consegnerò ai Capi di Stato  Maggiore, perché quello è l’indirizzo politico e loro dovranno tradurlo in pratica, che ha molti messaggi, ma ne da uno fondamentale, che nell’esperienza delle missioni internazionali abbiamo raccolto. Noi abbiamo Forze Armate con forti identità e negli anni in cui ho avuto modo di conoscerle ho visto come ciascuna Forza Armata riesca a formare delle personalità eccezionali, con caratteristiche anche diverse. Ma la forza delle nostre Forze Armate, se queste identità così forti, così belle, che scolpiscono leadership diverse, è nel sapersi unire. E’ questa la forza, ed è questo lo spirito dell’interforze”.

Il Ministro Pinotti nel ringraziare tutti i genitori, le famiglie e gli insegnanti e tutti coloro che consentono l’esistenza di un’organizzazione come l’Aeronautica Militare, ha rivolto un augurio ai giovani allievi “io vi consegno il servizio a questo paese, come un compito che sono certa saprete svolgere con dignità e onore come oggi avete giurato davanti a tutti”.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa nel suo discorso ha evidenziato “[…]  l’Arma Azzurra è in prima linea  nelle aree più critiche, è in prima linea da molto tempo, è stata in prima linea nei Balcani, in Afghanistan, adesso impiegata, come è’ stato ricordato in teatri mediorientali e impiegata per la sicurezza internazionale in un momento in cui le crisi e le minacce aumentano, ad antiche minacce se ne aggiungano di nuove”.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica nel rivolgersi ai giovani del Corso Sparviero V ha detto loro “[…] vi faccio una richiesta, siate sempre curiosi. Curiosi di conoscere, approfondire, stimolare. Forse potrete diventare dei seccatori per i vostri insegnanti e comandanti. Ma la curiosità è la frontiera della conoscenza. E l’asticella della conoscenza – ve lo insegneranno – deve sempre essere portata un gradino più in alto. […]”. Nel terminare il suo discorso, rivolgendosi ancora agli allievi “ragazze, ragazzi, vi attendono anni di impegno, dovete esserne consapevoli,  ma anche di onore. Come quello di indossare il tricolore sul braccio (e sul cuore). E quando sarete impegnati in operazioni all’estero (come il personale ora in Lituania e in Kuwait) quel Tricolore vi identificherà come italiani. Siatene orgogliosi!”

I momenti salienti della cerimonia, che si è conclusa con la sfilata in parata di tutti i corsi dell’Accademia, sono stati sottolineati, come di consueto, dal passaggio della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

Lascia un commento

sette + cinque =