Resta in carcere il presunto omicida dei coniugi di Melito

Polizia prosegue ricerche del complice

Luigi-Simeone-e-la-moglie-Immacolata-AssisiGiugliano, 26 aprile – Resta in carcere Antonio Riano, 27 anni, il fioraio indiziato per l’omicidio dei coniugi Luigi Simeone e Immacolata Assisi, i cui corpi sono stati trovati in una scarpata di Giugliano domenica scorsa.

Il gip del tribunale di Napoli Nord, nel corso dell’udienza di convalida, ha emesso una ordinanza di custodia cautelare sulla base degli elementi raccolti dagli agenti del commissariato di Giugliano, coordinati dal primo dirigente Pasquale Trocino. Proseguono le ricerche di un complice.

One thought on “Resta in carcere il presunto omicida dei coniugi di Melito

  1. Dateci L’ergastolo (con il fine pena mai) a questo bastardo…non dovrà mai vedere il sole sta merda d’uomo è una bestia e deve marcire in carcere…Spero che il caso lo continua ad occuparsene la procura della Napoli Nord…Caro bastardo il tribunale di Aversa X una semplice rapina da 8 anni figurati a te con un duplice omicidio marcirai come i topi di fogna…tanto rimarrai solo perché già tien e corna stai sicuro….

Lascia un commento