“Oggi sto da Dio”, una convocazione dal Capo Supremo in una commedia tutta all’italiana

Dal 29 aprile al 17 maggio, presso il Teatro Diana di Napoli, Sergio Assisi e Bianca Guaccero, con la compresenza di Fabrizio Sabatucci e Giancarlo Ratti, nei panni dei protagonisti di una nuova commedia “Oggi sto da Dio”, regia di Mauro Mandolini

Oggi-sto-da-DioIl titolo ispira ottimismo ma invece la commedia riserva tutt’altro. La convocazione dinanzi al “Capo Supremo” sarà inquietante. Nella commedia vengono convocati i Santi rappresentanti del nostro paese: Sant’Ambrogio, San Pietro e San Gennaro. C’è, però, un’altra novità: viene abbandonata l’immagine classica dell’Inferno e del Paradiso. Bene e Male, Dio e Diavolo operano incontrastati assumendo qualunque ruolo in questo mondo e nelle altre sfere. In seguito, appunto, i tre Santi vengono proiettati in un “non-luogo” di fronte ad una segretaria alquanto inospitale. Grazie agli ospiti, sottoposti allo stress dovuto all’attesa, e ai loro esuberanti caratteri, l’atmosfera si caricherà di comica inquietudine.

L’attesa è però portatrice di un altro elemento: la segretaria informa i tre Santi che Dio, stanco e demoralizzato, è in cerca di un sostituto così da prendersi una pausa e la scelta di questo sostituto, uno di loro, verrà attuata in seguito a delle prove a cui verranno sottoposti.

Lo stesso Mandolini racconta: “L’attuale è un periodo in cui la parola crisi sovrasta ogni tipo di attività. Nei più diversi ambiti produttivi aumentano le percentuali negative che riguardano porzioni  sempre più crescenti di popolazione. Una cappa di inadeguatezza, di insoddisfazione, di logorio, sembra incombere su ogni nostra azione. Zone d’Italia franano drammaticamente per piogge abbondanti, ma certo non bibliche. E se anche Dio davanti a questo disastro, che appare senza via d’uscita, non stesse da Dio nemmeno Lui? E se volesse ‘staccare la spina’ per almeno un anno? A chi lascerebbe il Suo arduo compito? Convoca tre dei suoi Santi più importanti, che meglio rappresentano le tipologie italiche: Sant’Ambrogio, San Pietro e San Gennaro. Il Nord, il Centro ed il Sud. Difficile, però, metterli d’accordo. Dio li ha convocati in un luogo che non ha nulla di paradisiaco e nel quale, ad attenderli, c’è un’ambigua segretaria che cerca di indurli in tentazione e che li sottopone ad una serie di test, dai quali i tre escono irrimediabilmente sconfitti. Una commedia con la quale si ride, si canta, si scherza e ci si prende sul serio allo stesso tempo. Tipicamente italiano, no?”.

Lascia un commento