Il Maggio dei Monumenti alla sua XXI edizione con ‘O core ‘e Napule – Cori, cuori e colori di Napoli

Un programma ricco di eventi, visite guidate e concerti alla scoperta del ricco patrimonio culturale della città di Napoli e non solo

maggio dei monumentiPrende il nome di “’O core ‘e Napule, Cori, cuori e colori di Napoli” la ventunesima edizione del Maggio dei Monumenti, manifestazione che, sfruttando le belle giornate che si spera siano prerogativa di questo mese, mette in programma una varietà di iniziative culturali: visite guidate, concerti, spettacoli teatrali, letture, mostre, feste, riaprendo per l’occasione molti siti normalmente chiusi al pubblico.

Il programma delle attività è diviso per settimane e ciascuna settimana è contraddistinta da un colore: la prima dal rosso, nel segno del sangue e della passione; la seconda dal nero e dal bianco, come i tasti di un pianoforte ed è dedicata principalmente alla musica; la terza dal blu, come il mare e il cielo; la quarta dal giallo, come il tufo delle rocce e delle pietre di cui sono fatti case e palazzi; l’ultima, infine, dal verde, come i parchi, i chiostri e gli storici giardini di cui è piena la città.

Sebbene nell’immaginario collettivo dei Napoletani il Maggio dei Monumenti è quell’iniziativa nel corso della quale è possibile visitare gratuitamente i musei e i siti culturali e artistici, in realtà non è proprio così, o comunque non sempre e la gran parte delle iniziative programmate prevede la corresponsione di un contributo economico, sebbene di prezzo solitamente irrisorio, ciò in quanto gli eventi non sono tutti organizzati dal Comune di Napoli, ma anche da associazioni, imprese ed enti privati, operanti nel settore turistico/culturale e da questi autonomamente gestite e finanziate.

L’ingresso libero a musei, siti archeologici, monumenti, gallerie, parchi e giardini monumentali dello Stato sarà comunque possibile domenica 3 maggio, in virtù delle disposizioni del Ministro Franceschini che prevedono l’ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, nei siti statali indicati nel sito del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Tornando al maggio dei monumenti, tra le iniziative gratuite più interessanti troviamo: l’apertura della Chiesa e della Scala Santa da parte dell’Arciconfraternita SS. Ecce Homo al Cerriglio e della Chiesa Anglicana di Napoli Christ Church, in occasione del 150° anniversario della consacrazione; le visite al Castel Nuovo, al Cimitero e alla mostra “Il Cimitero delle Fontanelle”, alle Terme Romane di Agnano, al Castel dell’Ovo, all’Acquario, al Complesso Archeologico di Palazzo Ricca e a Castel S.Elmo; il X concorso di Pittura Estemporanea “L’Arte a Sant’Eligio e Piazza Mercato”, durante il quale oltre un centinaio di artisti saranno invitati a realizzare le loro opere nelle strade di Napoli, immortalando scorci, monumenti, chiese, angoli e strade del Borgo di Sant’Eligio e di Piazza Mercato;

Da menzionare anche “Un (lungo) mare di libri”, fiera del libro e della lettura che si terrà presso la Villa Comunale di Napoli, una domenica mattina al mese per 6 mesi a partire da aprile, nel corso della quale sono previsti reading, presentazioni di libri, performance musicali e laboratori per bambini.

Numerosi sono poi anche i concerti, le letture, i convegni, le rappresentazioni teatrali, i dibattiti, gli incontri, le mostre d’arte, le feste, le passeggiate e i tour, totalmente gratuiti o comunque a contributo libero.

Ma Maggio dei Monumenti non riguarda solo Napoli, esce dai suoi confini approdando a Boscoreale, Aversa, Pollena Trocchia, Castellammare di Stabia e Vico Equense, con molte interessanti iniziative.

Per chi volesse approfondire le iniziative in calendario il programma completo del comune di Napoli è disponibile e scaricabile in formato pdf cliccando qui.

Lascia un commento