Regionali 2015, accordo De Mita-De Luca. Il candidato Pd: deciderò la squadra senza vincoli e “padrini”

Il candidato presidente del Partito Democratico alle elezioni regionali in Campania interviene sulle polemiche scatenatesi dopo il patto con De Mita e sottolinea il fatto di essere un “uomo libero”. Non è dello stesso avviso Caldoro, suo principale sfidante alla carica di governatore che sottolinea l’incoerenza del candidato Pd

Vincenzo De Luca“La squadra di governo, che formerò una volta eletto governatore della Campania, sarà decisa da me in piena autonomia. Perché, come ripeto spesso, non ho padroni né padrini. Sono un uomo libero e non ho fatto patti con nessuno. Formerò una squadra di persone qualificate, con competenze adeguate, senza logiche di spartizione in stile politichese”. Lo ha dichiarato Vincenzo De Luca, candidato presidente del Partito Democratico  alle elezioni regionali in Campania, per rispondere alle polemiche seguite al patto elettorale (vai all’articolo), che quest’ultimo ha stretto con il democristiano Ciriaco De Mita, ex presidente del consiglio negli anni ’80 e attualmente sindaco di Nusco (in provincia di Avellino).

“Per governare occorre vincere e per vincere occorre ampio consenso. Abbiamo allargato al massimo le liste – spiega De Luca – e abbiamo accettato il libero contributo di tutti coloro che sono persone per bene e condividono il mio programma di governo. La squadra di governo, che formerò una volta eletto Governatore della Campania, – conclude – sarà decisa da me in piena autonomia”.

Di diverso avviso è Stefano Caldoro, il candidato del centrodestra e principale sfidante di De Luca. Il governatore uscente pubblica sul suo profilo Facebook il video, in cui quest’ultimo accusava De Mita di essere il principale “problema politico della Campania da più di 40 anni” e lo accusa di incoerenza. “Queste sono vecchie pratiche e strade – afferma Caldoro – ma questo non è più il tempo. Siamo in presenza – conclude – di una somma algebrica senza coerenza per il potere e per soli fini elettorali”.

One thought on “Regionali 2015, accordo De Mita-De Luca. Il candidato Pd: deciderò la squadra senza vincoli e “padrini”

  1. Caro De luca su questa cosa sei indifendibile e poi nonostante l’affetto che nutro per te,ti dico: meno IO SONO.Se governerai sucuramente lo farai bene ….con onesta” coraggio , competenza .Ma a me quello che spaventa come persona di sinistra e la pseudocultura dell io sono. Non perche penso ad una deriva autoritaristica,ma perche avvalora la trasformazione della democrazia partecipata a democrazia aziendale e al bisogno del capo azienda piu che del politico fine che sa anche amministrare .Chi pronuncia troppo spesso io sono significa che gia corre pericolo e come un capo azienda dichiara che prima di tutto viene il consenso e il vincere,tutte le altre cose sono secondarie.Vinciamo non importa come,poi non preoccupatevi ci sono io e la mia ristretta cerchia di fedlissimi . Se questo è il nuovo che avanza ,non c’e ‘da stare allegri .Ed e triste vedere tanti che vengono dalla mia stessa storia cresciuti con Berlinguer e intellettuali come claudio Napoleone ecc che ci invitavano a “cercare ancora” per allargare ancora di piu la democrazia partecipativa aver abiurato a questa ricerca. BeH! Noi che non la pensiamo cosi faremo la nostra parte anche se possiamo sembrare i perdenti resisteremo.

Lascia un commento

sette + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.