Regionali 2015, Vozza: “Duplice omicidio di Fratte? Vicenda gravissima”

Il candidato di Sinistra al Lavoro Salvatore Vozza lancia l’allarme e chiede al Ministro dell’Interno di “convocare i comitati per l’ordine pubblico e la sicurezza in ogni prefettura” e alla Commissione Antimafia di venire in Campania

Salvatore VozzaIn queste ore anche la vicenda del duplice omicidio di Fratte, riconducibile al controllo del servizio di attacchinaggio dei manifesti elettorali, è entrata a far parte della sfida elettorale con il governatore uscente Stefano Caldoro che ha lanciato l’allarme sicurezza a Salerno e Vincenzo De Luca, candidato presidente del Partito Democratico, che lo accusava di essere uno “sciacallo”. Sulla vicenda è intervenuto anche Salvatore Vozza, candidato di Sinistra al Lavoro per la Campania, che ha affermato: “La vicenda è gravissima. Due persone ammazzate a inizio di una campagna elettorale; immagino cosa potrebbe accadere quando si tratta di gestire e controllare i pacchetti di voto”.

Per questo, dichiara il segretario regionale di Sel: “Abbiamo chiesto al Ministro dell’Interno di venire e convocare i comitati per l’ordine pubblico e la sicurezza in ogni prefettura e alla Commissione Parlamentare Antimafia di venire qui in Campania, perchè quello che è accaduto con i manifesti e quello che è accaduto con le liste si dà un’immagine della Campania sbagliata e preoccupante”.

Durante la visita a Salerno per la campagna elettorale, Vozza ha ricordato come al centro del suo programma ci siano le fasce più deboli (studenti e lavoratori) e ha poi voluto lanciare due stoccate ai candidati di centrosinistra e centrodestra. La prima rivolta a De Luca che “dice di voler promuovere corse gratis ma non si sa con quali mezzi”, la seconda contro Caldoro che secondo Vozza “avrebbe frenato lo sviluppo della Metropolitana di Salerno; un’opera che va completata”.

Lascia un commento