Alenia, sciopero dei dipendenti contro la cessione dello stabilimento di Capodichino

Lo stabilimento di Capodichino è chiuso in quanto hanno tutti aderito allo sciopero organizzato dalla Fiom. Picchetti davanti agli ingressi delle fabbriche di Nola e Pomigliano

sciopero aleniaNapoli, 11 maggio – Da questa mattina è scattata la protesta dei dipendenti dell’ Alenia, industria Italiana leader nel settore aeronautico, contro la decisione di cedere lo stabilimento di Capodichino all’Atitech di Gianni Lettieri. Allo sciopero, organizzato dal sindacato Fiom, hanno aderito anche i lavoratori degli impianti di Nola e Pomigliano.

Lo stabilimento di Capodichino è vuoto, i 200 addetti hanno tutti aderito allo sciopero, mentre le fabbriche di Pomigliano e Nola sono letteralmente paralizzate. Qui sono stati piazzati dei picchetti, tutt’ora in pieno svolgimento davanti agli ingressi dei due stabilimenti.

 

Lascia un commento

diciannove + dieci =