Una Buona Scuola senza presidi, l’allarme di Disal

Dal prossimo 1 settembre il 40% delle scuole statali italiane avranno un dirigente part-time, centinaia le strutture a rischio di rimanere senza preside: l’Associazione di dirigenti scolastici chiede un concorso e l’attenzione del Premier Matteo Renzi

scuola“Mentre nelle aule parlamentari si accende il confronto sul DdL Buona scuola e sul DdL sulla Pubblica amministrazione – afferma Ezio Delfino, presidente nazionale di DiSAL – centinaia di scuole rischiano di non avere un preside già dal prossimo 1° settembre, quando quasi 1.500 autonomie scolastiche saranno affidate in reggenza arrivando al 40% delle scuole statali italiane con un dirigente part-time”.

Per questo motivo l’Associazione di dirigenti scolastici DiSAL lancia un appello su Firmiamo.it (visibile al link http://goo.gl/eL2bJr) e chiama in causa direttamente il Premier Matteo Renzi affinché faccia fronte alla  grave carenza di dirigenti scolastici statali in servizio. Nel dettaglio, l’Associazione richiede al Presidente del Consiglio dei Ministri di attuare tempestivamente una serie di necessarie iniziative volte a salvaguardare l’efficacia della direzione scolastica, ovvero:

1 – avviare un celere esame dell’impostazione delle varie ipotesi di bando di concorso e regolamento finora circolate, per adeguarle ai bisogni reali della scuola, alle esigenze di una professione direttiva che sia vera leadership educativa ed organizzativa, selezionata per merito;

2 – sollecitare la rapida emanazione di un testo definivo che avvii celermente il percorso di reclutamento di  nuovi dirigenti scolastici;

3 – risolvere per via amministrativa, rapidamente e con equità, le problematiche ancora aperte a seguito delle fasi regionali dell’ultimo corso concorso delle regioni Toscana, Campania e  Lombardia;

4 – rinviare qualsiasi procedura di dimensionamenti scolastici dopo la definitiva stabilizzazione dell’organico dei dirigenti scolastici statali e dopo l’avvio regolare delle nuove assunzioni attraverso concorsi periodici.

Per aderire all’appello e supportare la richiesta di una dirigenza scolastica presente ed efficace, basta andare al link e cliccare su “firma”.

Lascia un commento