Pillole di calcio. Ricchezza e umiltà.

FORTUNATI. “Non ci si può mai rallegrare quando la fortuna è dalla propria parte, perchè, prima o poi, di sicuri Dio ti manda la fattura” (Marcelo Bielsa, allenatore dell’Athletic Bilbao).

PAPERONI.Secondo la classifica di Forbes le squadre di calcio più ricche al mondo sono nell’ordine: Manchester United, Real Madrid, Barcellona. Ai piedi del podio Arsenal e Bayern Monaco.

RICCHI. Nella classifica di Forbes i club italiani si posizionano così: Milan (sesto posto), Juventus (nono), Inter (dodicesimo) e Napoli (ventesimo).

STADI. Un dato accumuna i cinque club più ricchi del mondo: tutti hanno uno stadio di proprietà.

STADIO. A metà giugno comincieranno i lavori per i prato di San Siro. Verrà installata non erba sintentica al 100%, come a Novara e Cesena, ma erba naturale rinforzata, vale a dire un misto tra erba naturale e sintetica. Il modello è il campo di Coverciano dove si allena la Nazionale.

RINFORZI. Ieri è arrivata l’ufficialità per il prolungamento di contratto di Marek Hamsik al Napoli. Lo slovacco e il presidente erano già d’accordo da mesi, ma la firma ufficiale smorza le voci delle ultime settimane. Il centrocampista ha preferito rimanere in azzurro dicendo no alle lusinghe di Manchester City e Paris Saint Germain.

SOMIGLIANZE. “Non so che mestiere farò quando smetterò di giocare, ma so una cosa. Se io devessi un domani fare l’allenatore, vorrei assomigliare a Josè Mourinho” (Iker Casillas, portiere e capitano del Real Madrid).

COMPLESSI. “Da quando Mou è arrivato al Real Madrid ha ottenuto una sola vittoria contro il Barcellona (la finale di Coppa di Spagna). Sabato il Real arriverà al Camp Nou con 5 gare alla fine della Liga e 4 punti di vantaggio, una distanza considerevole. Ma, fino ad oggi, a Mou contro il Barca è sempre mancato quel punto di grandezza che ci si aspetta dal Real e dala sua lussuosa collezione di giocatori” (Santiago Segurola, vicedirettore del quotidiano sportivo spagnolo Marca).

UMILTA’. “La vittoria degli uomini di Di Matteo conto il Barcellona è l’esaltazione della modestia, dell’orgoglio, dell’esperienza e dele qualità individuali difensive. Mercoledì ha perso il calcio e i tifosi inglesi che esultavano a fine partita non devono dimenticare le critiche mosse al calcio italiano quando vinceva in questo modo” (Arrigo Sacchi).

Lascia un commento

uno × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.