Regionali 2015: Sky Tg24, al voting premiato a sorpresa Caldoro

Il governatore uscente a confronto con Vozza, Ciarambino, Esposito e De Luca. Tanti i temi trattati, dalla sanità alla disoccupazione, dalla lotta alla camorra al problema Terra dei Fuochi, oltre al tema onnipresente durante questa campagna elettorale: quello degli impresentabili

Cladoro TGSky24Il confronto di Sky Tg24 tra candidati presidente alle elezioni regionali in Campania è stato vinto, un po’ a sorpresa, dal governatore uscente Stefano Caldoro (centrodestra). Così si sono espressi i telespettatori del canale All News, che hanno assegnato a Caldoro il 48% dei consensi, in quella che come ricorda la stessa Sky è solo una manifestazione d’opinione e in quanto tale non ha alcun valore scientifico.

Ancora meglio è andata a Marco Esposito, candidato presidente della lista civica Mo, che seppur non conosciuto al grande pubblico ha ottenuto un buon risultato nel “voting” (10% dei consensi) ed è riuscito a non farsi oscurare dagli avversari. Ci è riuscito parlando un linguaggio chiaro, grazie alla sua conoscenza dei media acquista ogni giorno nel suo lavoro: Esposito è infatti caporedattore della pagina Economica del quotidiano Il Mattino.

Bene anche Valeria Ciarambino, candidata presidente del Movimento Cinque Stelle a cui sono andati il 25% dei consensi. Ciarambino ha risposto alle domande dando quante più informazioni possibili agli spettatori, nonostante il poco tempo a disposizione. Apprezzabile il fatto che quando gli è stato chiesto da Luigi Semprini quanti milioni di fondi europei avesse a disposizione la Campania, la candidata pentastellata è stato onesta e a risposto “non saprei la cifra”, mentre gli altri candidati hanno fornito cifre inesatte. Ciarambino ha posto l’accento sui temi più cari al movimento: reddito di cittadinanza regionale, valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche campane, ecc. Quest’ultima ha inoltre attaccato pesantemente De Luca sul tema degli impresentabili.

Proprio Vincenzo De Luca, candidato presidente del Partito Democratico, non ha brillato nel confronto con Caldoro, suo principale sfidante. Molti si aspettavano qualcosa di più dall’ex Sindaco di Salerno, che probabilmente paga il fatto di essere abituato maggiormente ai suoi celebri monologhi davanti alla telecamera (rispolverati in queste ore da un divertentissimo Maurizio Crozza nel suo programma a La7) e non certo ad un dibattito all’americana. Alla domanda sugli impresentabili, De Luca ha risposto: “Per me impresentabili sono quelli dell’Asl di Caserta commisariati per infiltrazioni camorristiche, quelli del sistema di potere che fa capo al potere clientelare di Luigi Cesaro e quelli che tolgono speranza ai disabili. Saviano dice cose intelligenti, ma anche sciocchezze che non condivido”.

Ultimo nei consensi Salvatore Vozza, candidato di Sinistra al Lavoro per la Campania e coordinatore regionale di Sel. Vozza è un ex parlamentare ed è anche ex sindaco di Castellammare di Stabia. Da molti accusato di avere scarso carisma, davanti alle telecamere non è parso particolarmente a suo agio ma è riuscito a lanciare proposte forti, come ad esempio la chiusura dell’inceneritore di Acerra.

Lascia un commento