Regionali: sono 17 gli impresentabili, anche De Luca. Renzi: “Non Saranno eletti”

Si complica sempre di più la vicenda del candidato Pd in regione Campania, Vincenzo De Luca, che risulta nella lista degli ‘impresentabili’ fornita oggi dalla commissione Antimafia e che contiene 17 nomi di candidati campani e pugliesi

Rosy Bindi“Abbiamo fatto il nostro compito”, rivendica la presidente dell’organismo parlamentare, Rosi Bindi, ma è chiaro che tutta la vicenda ingenera caos.

In mattinata il premier si dice certo che “nessuno sarà eletto”. Ma resta il caos sulla vicenda del candidato Pd alla regione Campania, Vincenzo De Luca, sul quale pende il giudizio della giustizia ordinaria alla quale la Cassazione ha attribuito la competenza dell’applicazione della legge Severino che potrebbe comportare la sua sospensione per 18 mesi. Ieri il ministro Maria Elena Boschi ha assicurato che la decisione della Cassazione non cambia nulla. Parole crirticate dal Movimento cinque stelle.

LA DIRETTA – Sono 17 gli impresentabili – E’ formata da 17 nomi la lista dei candidati “impresentabili” alle prossime regionali appena resa nota oggi dalla Commissione parlamentare Antimafia presieduta da Rosy Bindi, al termine dell’Ufficio di presidenza e della seduta plenaria della Commissione. I 17 nomi appartengono a candidati nelle regioni Puglia (4) e Campania.

Renzi, Nessuno verrà eletto, sono espressione piccole liste civiche – “Mai visto dibattito così autoreferenziale e lontano dalla realtà” come quello sui candidati “impresentabili”. “Perché sono pronto a scommettere che come tutti sanno ma nessuno ha il coraggio di dire nessuno di loro – nessuno! – verrà eletto. Sono quasi tutti espressioni di piccole liste civiche”. Lo scrive Matteo Renzi nella Enews.

Berlusconi, impresentabili? Sono più a sinistra – “Non sono tra quelli che gridano allo scandalo per gli Impresentabili nelle liste; in ogni caso ce ne sono molti di più a sinistra che nel centrodestra. Io sono un garantista, serve una sentenza definitiva per definire colpevole una persona”.

Il nodo della legge Severino

M5s, ignobili parole Boschi – “Il ministro Boschi ha detto in maniera ignobile che De Luca è eleggibile, quindi non conosce la legge Severino” afferma il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio (M5S), a margine di un’iniziativa a Napoli a sostegno della candidata alla presidenza della Campania del M5S, Valeria Ciarambino.

Alfano, sospensione Severino va applicata – “C’è una legge” e “quella legge sarà applicata. Non devo fare né mi spettano diagnosi anticipate”. Lo dice il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, in un’intervista al Mattino sul caso De Luca e la sospensione prevista dalla legge Severino.

Appello al voto rivolto ai diciottenni del presidente del Senato, Pietro Grasso: “Alcuni di voi – ha detto prima di premiare gli studenti del progetto ‘Lezioni di Costituzione – domenica saranno chiamati per la prima volta ad esprimere il proprio voto alle elezioni amministrative: fatelo, non lasciate che siano altri a decidere per voi”. (Ansa)

Lascia un commento