Investitori cercasi, appello in soccorso delle aziende in crisi e alla ricerca di liquidità

Investitori in soccorso delle aziende in difficoltà. L’appello del Governo per fornire capitali alla Società per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese

investitoriIl Governo è a caccia di investitori. La nuova Società per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese lancia un annuncio sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il 16 giugno alle 18 il termine ultimo per inviare le candidature.

Un appello quello lanciato ieri da Palazzo Chigi rivolto a tutti gli investitori interessati a partecipare al capitale della Società. L’obietto è di dare una spinta a tutte quelle imprese che si trovano in difficoltà. E in cambio “potranno avvalersi della garanzia dello Stato sulla loro partecipazione”, si legge nell’annuncio.

La Società per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese è nata sulla base del decreto-legge 24 gennaio 2015, n°3. “Il Governo, al fine dell’istituzione di una società per azioni per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese con sede in Italia, promuove la sottoscrizione del capitale da parte di investitori istituzionali e professionali”, cita l’articolo7 del decreto.

Le imprese verso le quali la Società si rivolge, si specifica nel testo, sono quelle che nonostante temporanei squilibri finanziari abbiano “adeguate prospettive industriali e di mercato”. Attraverso, quindi, opportuni piani di sviluppo e di investimento il Governo intende donare un nuovo futuro alle aziende in difficoltà favorendo l’occupazione.

Ora l’invito si rivolge però agli investitori. La manifestazione d’interesse, da inviare all’indirizzo mail investitori@governo.it, dovrà contenere le indicazioni e la descrizione sommaria degli investitori interessati, l’indicazione dell’importo di partecipazione e il contatto di eventuali referenti.

Lascia un commento