Elezioni Regionali 2015, i primi dati reali: Campania in bilico

I primi dati reali vedono per ora prevalere rispettivamente nel Veneto, Luca Zaia (Lega Veneta-Lega Nord) con il 51,37%; in Liguria Giovanni Toti (Forza Italia) con il 34,38%; in Umbria Marini Catiuscia (Partito Democratico) con il 42,73%; in Campania, Stefano Caldoro (Forza Italia) con il 38,69%; in Toscana Rossi con il 48,3%; le Marche, Ceriscioli (PD) con il 41,4%; in Puglia, Emiliano (PD) con il  48,2%. Dati aggiornati alle 3,20 del 1 giugno

Dati della Prefettura alle 3.39 del 1 giugno 2015

REGIONI CANDIDATI PRESIDENTE VOTI %
VENETO ZAIA LUCA 329.970 50,37
MORETTI ALESSANDRA 156.569 23,90
Sezioni 1.548 su 4.742 BERTI JACOPO 77.684 11,86
LIGURIA TOTI GIOVANNI 134.294 34,33
PAITA RAFFAELLA 107.263 27,42
Sezioni 1.140 su 1.790 SALVATORE ALICE 99.776 25,50
UMBRIA MARINI CATIUSCIA 62.335 42,14
RICCI CLAUDIO 58.532 39,57
Sezioni 468 su 1.012 LIBERATI ANDREA 21.695 14,66
CAMPANIA CALDORO STEFANO 119.977 38,69
DE LUCA VINCENZO 116.463 37,56
Sezioni 973 su 5.835 CIARAMBINO VALERIA 62.322 20,09
I dati si riferiscono alle comunicazioni pervenute dai comuni, tramite le prefetture, e non rivestono, pertanto, carattere di ufficialità. La proclamazione ufficiale degli eletti è prerogativa degli uffici elettorali territorialmente competenti, retti da magistrati. La ripartizione dei seggi e l’individuazione degli eletti non tengono conto di eventuali “opzioni”, incompatibilità e surroghe.

 

elezioni_comunaliI dati si riferiscono alle comunicazioni pervenute dai comuni, tramite le prefetture, e non rivestono, pertanto, carattere di ufficialità. La proclamazione ufficiale degli eletti è prerogativa degli uffici elettorali territorialmente competenti, retti da magistrati. La ripartizione dei seggi e l’individuazione degli eletti non tengono conto di eventuali “opzioni”, incompatibilità e surroghe.

Lascia un commento