Falsa partenza ad Agnano per la differenziata. Vivibilità cittadina: storie di ordinario abbandono.

Strade dimenticate dall’amministrazione cittadina a due passi da un Tribunale e ad alta frequentazione.

Secondo l’annuncio del Presidente della X Municipalità al Sindaco de Magistris, intervenuto alle Terme il 17 aprile per fare il punto della situazione, la raccolta differenziata nel quartiere di Agnano sarebbe partita il 16 aprile scorso. Purtroppo. in verità,   alla  comunicazione non sono seguiti i fatti.

Nonostante l’Asia abbia comunicato che nella giornata del 16 aprile gli operatori siano stati impegnati nel ritiro dei cassonetti, ancora molti restano disseminati, ancora oggi, lungo le strade di Agnano.

I bidoni condominiali per la raccolta differenziata sono stati solo in parte consegnanti, risultando insufficienti nel numero ed in taluni casi di erronee dimensioni perchè le singole abitazioni hanno ricevuto i bidoni grandi che hanno condiviso con i vicini.

Non sono stati consegnati neanche i bidoncini per l’organico in casa né tanto meno la fornitura di sacchetti domiciliari. Agli abitanti è stato detto di depositare la spazzatura ancora nei cassonetti presenti, perché la differenziata è stata sospesa.

A tutt’oggi non sono state ripulite intere aree dai rifiuti abbandonati come quella alle spalle dell’ippodromo verso l’Hotel Miravalle dove ci sono mobili e per l’odore molesto, sicuramente anche carcasse di animali in decomposizione, così come via Paolella, che congiunge via Pisciarelli a Via Agnano Astroni.

Nei pressi della Chiesa di Via Ruggiero, la strada viene regolarmente pulita, anche se lo sversamento dei rifiuti da parte delle numerose fabbriche continua incessantemente.

Quanto occorrerà attendere ancora prima di vedere nella nostra città la differenziata che fa la differenza?

Lascia un commento

1 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.