De Magistris spera in una mediazione di De Luca su Bagnoli per evitare il commissariamento

Il sindaco di Napoli, afferma: “Dopo Caldoro non si può che migliorare”

demagistrisNon dovrà più confrontarsi con Stefano Caldoro e di questo ne è felice Luigi De Magistris, visto che i due sono sempre andati tutt’altro che d’accordo. È stato così anche sul risanamento di Bagnoli, di cui il primo cittadino è tornato a parlare in queste ore, augurandosi che il vincitore delle elezioni regionali Vincenzo De Luca (Partito Democratico) riesca a mediare con il governo e ad evitare il commissariamento di una vasta zona del quartiere napoletano, come prevede l’articolo 33 dello Sblocca Italia.

A tal proposito, l’ex magistrato ha dichiarato: “C’è tanto da fare, ci sono tanti tavoli aperti e spazi per mettere in campo buone iniziative per le nostre genti. Con De Luca – continua – dobbiamo costruire un bel rapporto istituzionale e Bagnoli potrebbe essere uno dei punti su cui registrare un cambio di passo rispetto a quello che c’è stato con Caldoro che è stato uno dei principali responsabili – conclude – di quell’errore politico e di quella violazione costituzionale e istituzionale dell’articolo 33 dello Sblocca Italia”.

De Magistris ha anche ricordato come, l’approccio iniziale che sta avendo con De Luca sia stato lo stesso che ebbe con Caldoro, quando si insediò da sindaco di Napoli. “Credo – ha affermato – che sindaco e presidente della Regione, a qualunque colore politico appartengano, abbiano il dovere di collaborare al massimo. Le dichiarazioni di intenti sono buone, ma poi – continua –  le cose si misurano con i fatti non con le parole. Adesso dobbiamo vedere su acqua, rifiuti, fondi europei, trasporti e Bagnoli come si muoverà De Luca. Vediamo ad esempio – conclude –, se avvicina il governo alla città di Napoli“.

Lascia un commento

otto + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.