Napoli, dopo 4 anni ripartono i lavori per la stazione metro Monte Sant’Angelo

Sbloccati 150 milioni per la ripresa dei lavori bloccati 4 anni fa proprio a causa della mancanza di fondi. Intanto nel porto di Pozzuoli è arrivata una delle due opere progettate dallo scultore Anish Kapoor 

Monte SantAngeloNapoli, 6 giugno –  Ripartono i lavori per la realizzazione della stazione del metrò di Monte Sant’Angelo, dove sorge uno dei complessi universitari della Federico II di Napoli. I cantieri erano rimasti chiusi per 4 lunghi anni a causa della mancanza dei  fondi finanziari, trasformandosi, nel tempo, in una discarica a cielo aperto. I fondi del Cipe, stanziati tra lo scorso luglio e gennaio, ora sono finalmente disponibili per la realizzazione dell’opera ferroviaria; si tratta di 150 milioni di euro in tutto.

Le ditte hanno riaperto i cantieri, ripulito gli spazi e cominciato le prime attività. In vista della ripresa dei lavori, nei giorni scorsi, al porto di Pozzuoli è arrivata una delle due sculture progettate dall’artista anglo-indiano Anish Kapoor e rimaste bloccate per anni in un deposito in Olanda in attesa di essere pagate alla fabbrica che le aveva realizzate. Tra qualche mese sarà trasportata sul sito di montaggio.

Si tratta delle due famose bocche che dovevano essere sistemate presso le due uscite dell’Università e di Traiano. Le due opere sono rimaste parcheggiate per molto tempo a causa del mancato pagamento e del blocco dei lavori. Recentemente Kapoor, l’artista che ha progettato le due sculture, aveva annunciato l’intenzione di intraprendere un azione legale contro i ritardi della regione Campania.

10 anni fa Antonio Bassolino, al tempo governatore della Campania, annunciò la realizzazione di questa importante opera su rotaia ritenuta strategica per per il polo universitario. La nuova stazione infatti collegherà Cumana e Circumflegrea con Metropolitana e Linea 6.

4 anni fa lo stop ai lavori con la conseguente ed inevitabile chiusura dei cantieri per mancanza di copertura finanziaria. Anni in cui si è accesa una lunga polemica, attorno a questa stazione dell’arte, tra l’amministrazione Bassolino e quella di Stefano Caldoro.

Nel merito della questione è entrato anche l‘assessore uscente ai Trasporti, Sergio Vetrella che ha sottolineato il fatto che l’amministrazione Caldoro abbia ereditato dalla precedente amministrazione, quella Bassolino, un importante investimento su cui non c’era la copertura finanziaria ed ha aggiunto “Mi sono impegnato a trovare i fondi perché si tratta di una stazione importante per gli studenti ma non è stato affatto facile. A luglio 2014 sono arrivati 73,5 milioni dell’accordo programma quadro con delibera Cipe, poi ne sono serviti ulteriori 79 che mancavano per proseguire i lavori, inseriti nella delibera Cipe dello scorso gennaio”.

Inizialmente la data di consegna era prevista per il 2016 ma logicamente ora sarà necessario rivedere i tempi e tutti i passaggi del programma di realizzazione dell’ opera. Ma dopo la recentissima tornata elettorale per le amministrative, che hanno fatto registrare la sconfitta della coalizione di centrodestra in Campania, la palla passa al neo eletto presidente della Regione Vincenzo De Luca, come ricorda lo stesso Vetrella “non toccherà più a noi, spero solo che tutto proceda speditamente. Il primo passo è stato fatto, abbiamo sanato la situazione”.

Ci sono i fondi anche per la stazione Parco San Paolo che nascerà poco distante da quella di Monte Sant’Angelo. Mentre per quanto riguarda le due opere progettate da Kapoor, una di essa è ancora ferma in Olanda ma l’auspicio è che presto arrivi il via libera all’imbarco anche per la seconda scultura. L’installazione delle due opere è stata una delle questioni su cui si era discusso di più al punto da chiamare in causa lo stesso scultore che si era detto disposto a ricomprare le sue opere.

Lascia un commento