Napoli, picchia la moglie all’ottavo mese di gravidanza e minaccia di morte la figlia di 2 anni

L’uomo, un ragazzo di 24 anni, è stato arrestato a Pagani dove si era rifugiato dopo aver aggredito la moglie

donna picchiataNapoli, 14 giugno – Ennesimo caso di violenza sulle donne: la vittima una giovane donna in stato di attesa brutalmente picchiata e minacciata di morte dal marito, un ragazzo di 24 anni. La ragazza, che portava sul corpo i segni dell’aggressione appena subita ha trovato la forza e il coraggio di scendere in strada insieme alla figlioletta, che molto probabilmente aveva assistito all’orribile scena, per chiedere aiuto.

Le grida hanno attirato l’attenzione di una pattuglia delle forze dell’ordine che in quel momento stava percorrendo via Sant’Alfonso Maria Liguori (Napoli). La vittima, all’ottavo mese di gravidanza, ha raccontato agli agenti, intervenuti immediatamente, di essere stata malmenata e di aver subito minacce di morte insieme alla figlia di appena due anni. La donna ha inoltre raccontato che il marito dopo averla aggredita si è impossessato del suo telefono cellulare e si è allontanato velocemente.

La svolta nell’indagine è stata immediata. La polizia, infatti, ha rintracciato e bloccato il giovane 24enne a Pagani (Salerno) dove si era rifugiato a casa dei suoi familiari. L’aggressore è stato arrestato e ora si trova nel carcere di Fuorni. La giovane mamma, vittima dell’aggressione, è stata sottoposta alle cure ospedaliere. Tra qualche giorno i lividi per le botte subite spariranno; ma solo dal corpo mentre  sarà difficile cancellare dall’animo la terribile esperienza vissuta.

Lascia un commento

venti − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.