La Casa della Socialità di Scampia e Vivaio Donna debuttano alla Fiera della Casa

Fino a domenica 28 giugno lo stand all’ingresso del padiglione 10 su piazzale Tecchio

casa socialita“Casa della Socialità” e “Vivaio Donna” – i due progetti del Programma Donne per lo Sviluppo Urbano del Comune di Napoli – debuttano insieme alla Fiera della Casa. Saranno, infatti, presenti – con uno stand nel porticato antistante il padiglione 10  (entrata da Piazzale Tecchio) – per far conoscere cosa è stato realizzato in un anno di tempo per la creatività, il talento, l’intraprendenza, l’imprenditorialità e il networking  delle donne rafforzando le competenze, facilitando l’accesso al credito e il posizionamento sul mercato e altro ancora.

Tante le attività e sorprese per conoscere i progetti e riviverne l’esperienza attraverso video, racconti e foto delle protagoniste. Per la Casa della Socialità: dimostrazioni delle attività svolte in diversi  settori, che vanno dal giardinaggio alla sartoria, dalla pasticceria alla ceramica ma anche nel turismo e nelle tecnologie 3D, e le tecniche di gestione d’impresa.

Per il Vivaio Donna: l’esposizione per la vendita delle creazioni delle donne che hanno partecipato al progetto con tanti oggetti originali nel campo della moda, dell’artigianato artistico e del design.

Per tutte le visitatrici l’occasione di scoprire le proprie attitudini con il test “Tu che imprenditrice sei?” per conoscere la propensione a usare gli strumenti del fare impresa e il grado di motivazione a realizzare un sogno nel cassetto.

Lungo tutto il periodo fiera un fitto programma di piccoli eventi con esperti e tecniche del fare impresa e con informazioni sulle  prospettive per il futuro di progetti e interventi che il Comune di Napoli ha messo in atto per migliorare e sostenere l’occupabilità delle donne e diffondere e valorizzare la cultura imprenditoriale femminile.

I risultati dei progetti – Casa della Socialità: dallo scorso settembre  è attivo in Via Don Puglisi a Scampia un modello d’ intervento per le donne napoletane che vogliono fare impresa. Si tratta di una autentica sfida per l’area Nord di Napoli, grazie all’integrazione tra azioni di  sviluppo di consapevolezza, di competenze professionali e di progettualità, anche in chiave imprenditoriale  per l’autonomia economica delle donne come volano di sviluppo della comunità. Più che positivo il primo bilancio: 120 future imprenditrici sono attualmente in stage ospitate in più di 50 aziende di Napoli e provincia, 60 progetti in marcia, oltre 800 donne accolte e orientate, 15 start up che hanno chiesto di consolidare la posizione sul mercato.

Vivaio Donna: sempre nell’autunno 2014 apre in via Duomo 45 (in pieno centro a Napoli),  uno spazio polifunzionale dove 110 donne, aspiranti imprenditrici e neo-imprenditrici nei settori artigianato moda e design, hanno potuto partecipare ad un percorso fortemente personalizzato per creare un’impresa di successo. All’avviso pubblico per la ricerca e selezione delle partecipanti hanno risposto più di 250 donne. Oggi, Vivaio Donna conta 70 donne accompagnate nella fase Go To Market e 40 piani di impresa.

L’esperienza di entrambi i progetti, molto positiva e di grande impatto sul territorio, potrebbe essere replicata a favore di altri contesti e altre donne, anche considerando le potenziali connessioni nell’ambito della città metropolitana.

Lascia un commento