Turismo: boom di navi da crociera nel porto di Napoli

E’ scoppiata l’estate dei crocieristi con l’arrivo nel Porto di Napoli, solo nell’ultimo week-end, di 9 navi da crociera con un afflusso di oltre 15 mila persone e circa il 30% di viaggiatori scesi per visitare la città. Numeri che confermano la forte ascesa della stazione marittima partenopea nel settore. Intanto scattano le misure anti-terrorismo

navi_crocieraNapoli, 28 giugno – E’ arrivata l’estate è per il Porto di Napoli è boom di navi da crociera. Delle vere e proprie città galleggianti che offrono ai vacanzieri numerosi servizi e qualsiasi tipo di divertimento a bordo. Solo nelle ultime 48 ore i transatlantici che hanno fatto scalo alla stazione marittima del Molo Beverello hanno fatto registrare un afflusso di oltre 15 mila persone di cui circa il 30% è scesa a visitare la città partenopea in tour guidati.

Numeri che confermano la forte ascesa del Porto di Napoli nel settore crocieristico che, secondo la ricerca della società di consulenza “Risposta Turismo”, a fine anno registrerà una crescita del 7,7% rispetto al 2014 pari a un milione e 200 mila sbarchi e 430 attracchi.

In questo week-end di fine giugno, assaggio di un estate appena iniziata, numerosi arrivi e partenze con 9 navi da crociera giunte nel Porto partenopeo. Venerdì, al molo Beverello, ha attraccato la “Allure of the Seas” della Royal Caribbean, un gigante del mare di 360 metri e alta 70 con i suoi 6.320 passeggeri e oltre duemila membri dell’equipaggi a bordo. Una nave imponente al punto tale da oscurare la vista del Vesuvio ai passeggeri in banchina.

Tra venerdì e la giornata di ieri al molo si sono alternati l’arrivo dell’anglo-americana “Oceana”, lunga 261 metri e con 2.025 passeggeri, e della “Golden Iris”, 163 metri e 1.172 passeggeri, appartenente alla compagnia israeliana “Mano Maritime” e battente bandiera panamense. Oggi sono previsti altri tre ormeggi di transatlantici, per un totale di cinquemila e più visitatori in arrivo.

Migliaia le partenze verso le isole del Golfo. Capri e Ischia le mete più gettonate, preferite dai cittadini campani e dai numerosissimi turisti stranieri provenienti da Spagna, Francia e Inghilterra, ma anche Sudamerica, Giappone e Stati Uniti. Ieri mattina fino alle 13,00, le file per gli imbarchi sono state continue.

Con questo elevato afflusso di persone, dopo i recenti fatti accaduti in Tunisia, elevato il livello di sicurezza. Ieri infatti sono scattati i controlli anti-terrorismo. In particolare due squadre di assalto tattico (Sat) hanno sorvegliato i moli con l’arrivo della nave carica di turisti israeliani, considerata un obiettivo sensibile. Inoltre sono stati adottati strumenti per la sicurezza all’avanguardia: jeep blindate, 10 poliziotti su due turni, ai comandi del vice questore Michele Spina, addestrati alla scuola dei Nocs ed armati di fucile mitragliatore HK UMP con sistema di puntamento olografico allo spray al peperoncino e telecamere body-cam attaccate alla cintura.

Lascia un commento

tre × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.