Striscioni contro l’abbattimento dello Stadio Comunale di Acerra: “E’ morto il Comunale. Vergogna”

Gioventù Nazionale è la firma del messaggio contro la decisione dell’amministrazione comunale sull’abbattimento dello stadio

comunale AcerraAcerra, 3 luglio — Apparsi all’alba in città due striscioni che recitano: “E’ morto il Comunale. Vergogna”. Il messaggio che porta la firma di Gioventù Nazionale (componente giovanile di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale) è rivolto all’Amministrazione acerrana che ha varato l’abbattimento dello storico Stadio Comunale per sostituirlo con un parco pubblico.

La protesta, come si può leggere sui Social, è mirata soprattutto alla somma utilizzata, circa tre milioni di euro, ricavati dalle compensazioni ambientali di cui la città usufruisce per la presenza dell’Inceneritore, che potevano essere utilizzati per le bonifiche. I giovani attivisti hanno anche chiarito che il loro non vuole essere un messaggio di resa ma anzi un monito per i cittadini affinché siano a conoscenza delle azioni dell’Amministrazione locale.

Lascia un commento

sette − 6 =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.