Condizionatore che passione: le 5 regole d’oro per un sano refrigerio

Consigli per gestire nel miglior modo l’impianto di condizionamento al fine di risparmiare e… “respirare”

condizionatoreMentre le previsioni Meteo per i prossimi giorni ci allertano che le temperature saliranno ulteriormente e l’anticiclone sub-tropicale continuerà a mantenere l’Italia nella fornace almeno per altri 10 giorni, AirCarr, associazione italiana condizionamento dell’aria, riscaldamento e refrigerazione, ci aiuta proponendo 5 consigli utili per poter usufruire (risparmiando e facendo attenzione alla nostra salute) del nostro ormai migliore amico condizionatore.

1) Scegliere la giusta temperatura. Per evitare un’eccessiva differenza termica tra l’interno e l’esterno della propria abitazione, AirCarr consiglia di regolare il condizionatore intorno ai 26°C e ricorda che la legge stabilisce che non si scenda al di sotto dei 24°C.

2) Direzionare correttamente il getto d’aria. E’ molto importante che l’aria condizionata non sia indirizzata direttamente sulle persone nonostante esistano già all’interno delle macchine sensori a infrarossi che percepiscono i movimenti nell’ambiente e di conseguenza direzionano l’aria.

3) Modalità notturna. AirCarr ricorda che il nostro organismo durante il sonno necessita di una temperatura elevata rispetto a quella odierna, in fase di attività; perciò molti condizionatori dispongono della funzione “sleep” o “notturna”, che regola la temperatura con minor spreco di energia.

4) Pulire i filtri. Si tratta di un’operazione semplice che però aiuta a purificare l’aria in entrata: la pulizia manuale dei filtri, presenti in tutti i terminali d’impianto.

5) Eseguire la giusta manutenzione. Il Ministero della Salute consiglia un controllo dell’impianto ogni due o tre anni al fine di verificare la presenza di perdite di gas refrigerante o il corretto funzionamento della macchina esterna e delle unità interne.

Lascia un commento