Regione Campania, De Luca annuncia: “Stabilizzeremo duemila precari della sanità campana”

Il governatore annuncia anche che verrà ricostituito il fondo per la disabilità con una copertura pari a 15 milioni di euro

vincenzo de lucaNel corso di una conferenza stampa, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ha annunciato la volontà di tenere fede agli impegni assunti in campagna elettorale per quanto riguarda il settore sanità. “Avevamo detto in campagna elettorale – afferma De Luca – che il primo provvedimento sarebbe stata la ricostituzione del fondo per le disabilità e oggi lo realizziamo. In più abbiamo avviato le procedura per la stabilizzazione di duemila precari della sanità che dovrà avvenire entro settembre”.

Sul fondo per la disabilità, ha spiegato che “si tratta di una decisione di grande valore simbolico sia come primo atto di solidarietà nei confronti delle fasce deboli, sia per dimostrare che gli impegni assunti saranno mantenuti”. Necessario per far questo – come spiega De Luca – è operare una variazione al bilancio, sulla quale si dovrà esprimere il Consiglio regionale. I soldi sarebbero stati già trovati e ammonterebbero a 15 milioni, necessari a “riequilibrare il fondo regionale al fondo nazionale per le politiche sociali”.

Un problema che va affrontato nella sanità, per De Luca è quello riguardante gli ospedali della fascia costiera e delle isole. “Se affrontiamo la questione – spiega De Luca – dal punto di vista finanziario la strada porta ai tagli ma su questo devono intervenire scelte politiche e sociali. Se penso a Capri o Ischia o anche Agropoli, sappiamo che i conti devono tornare, ma bisogna guardare alla domanda vera, tenendo conto anche della domanda stagionale, tenendo presente che noi non tagliamo sulla pelle della gente, – per questo dice – faremo una revisione dei piani ospedalieri e una riprogammazione complessiva della sanità, nell’ambito dei vincoli finanziari”. Altro problema da risolvere, secondo De Luca, è quello legato ai tetti di spesa. “Per farlo ci vuole una programmazione anticipata sulla base di criteri rigorosi di verifica dell’appropriatezza delle prestazioni”.

Infine, sui precari della sanità, il presidente della Giunta regionale della Campania ha spiegato che “saranno stabilizzati in duemila tra contratti attualmente a termine e atipici”. Per i primi “le Asl interessate devono avviare subito i concorsi interni per la stabilizzazione e quindi devono pubblicare atti e fare commissioni”. Per i secondi, ci sarà “prima il passaggio a contratti a tempo determinato e poi la stabilizzazione”.

Lascia un commento