Salute: scoperta “l’ambulanza del Dna”, la strada per nuovi farmaci anti-cancro

Nelle cellule è presente un “ambulanza” che interviene in caso di Dna danneggiato trasportandolo nel più vicino “ospedale”

dnaI ricercatori dell’Università di Toronto hanno mostrato per la prima volta come il Dna gravemente deteriorato venga condotto all’interno di una cellula e poi riparato. Questa scoperta porterebbe a rivelare i segreti del funzionamento di malattie come il cancro. “Gli scienziati sapevano che il Dna ‘ferito’ venisse portato in ‘ospedali’ specializzati all’interno della cellula per essere riparato, ma il grande mistero è come ci arrivasse”, dice Karim Mekhail, uno degli autori della ricerca. “Ora abbiamo scoperto l’ambulanza del Dna, e la strada che intraprende”.

Il “veicolo d’emergenza” – riportano gli esperti su “Nature Communications” – è un complesso proteico rivelato utilizzando cellule di lievito. Il team ha osservato la strada del Dna danneggiato all’interno della cellula con microscopi più evoluti. Questa specie di “pedinamento” ha verificato che questo “soccorso medico” è fondamentale al Dna danneggiato per cambiare posizione in modo efficiente all’interno del nucleo.

“Questo lavoro ci insegna che l’area di danneggiamento all’interno del nucleo della cellule ha un grande impatto sull’efficienza dell’intervento di riparazione”, dicono gli esperti.

L’effetto della ricerca avere particolare importanza nel campo della lotta contro il cancro. “I processi che stiamo studiando – concludono – sono fondamentali per la sopravvivenza di base di una cellula. E quasi ogni aspetto della malattia può essere legato a problemi con il Dna”.

Ora il team di Mekhail ricerca altre “ambulanze” del Dna e di strade percorse per comprendere quale ruolo potrebbe giocare per causare il cancro. “Gli scienziati hanno cercato questo sistema di soccorso d’emergenza per lungo tempo e ora abbiamo il sospetto che possa essercene più di una. E’ eccitante perché è una nuova area di ricerca. Ci aspettiamo che possa consentire di identificare gli obiettivi per una nuova classe di farmaci anti-cancro”.

Lascia un commento