Regione Campania: Fulvio Bonavitacola si dimette da parlamentare per incompatibilità

Il vicepresidente della Regione Campania lo ha annunciato durante l’ultimo Consiglio regionale

Fulvio BonavitacolaNapoli, 25 luglio Il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola non sarà più deputato. Lo ha annunciato egli stesso all’Assise durante l’ultimo Consiglio regionale di ieri pomeriggio. “Ho comunicato al presidente della Camera dei deputati la mia decisione di dimettermi – afferma Bonavitacola – senza attendere la contestazione da parte della Giunta per le elezioni. Il 15 luglio – continua – ho inviato una mail, poi formalizzata con nota cartacera e protocollata il 21 luglio”.

Bonavitacola era stato eletto deputato durante le elezioni del 24-25 febbraio 2013 e aveva iniziato il suo mandato parlamentare nella XVII legislatura il 5 marzo dello stesso anno. Il 7 maggio era entrato a far parte della V Commissione (Bilancio, Tesoro e Programmazione) e il 9 luglio era diventato componente della commissione giurisdizionale per il personale.

Tra Bonavitacola e il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca c’è una profonda conoscenza, iniziata negli anni ’70 ai tempi della militanza dei due nel Pci. O forse ancora prima nella Fgci, di cui Bonavitacola conserverebbe ancora una tessera del 1973. Da sempre considerato un fedelissimo dell’ex sindaco di Salerno e attuale presidente della Campania, Bonavitacola è uno dei pochi a potersi vantare dell’appellativo di “amico”, come lo ha chiamato più volte De Luca davanti alla stampa. Lo stesso De Luca, nei giorni precedenti alla nomina del deputato come vicepresidente della Regione Campania con delega all’ambiente e all’urbanistica – avvenuta il 6 luglio scorso –, aveva annunciato ai giornalisti di aver pronto un nome “che vi farà sognare”.

Tocca adesso al Parlamento ratificare le dimissioni di Bonavitacola e dare il via libero a Tonino Cuomo come primo dei non eletti per il Partito Democratico. Per quanto riguarda il Consiglio regionale, restano in condizione di incompatibilità altri due salernitani: gli assessori comunali Luca Cascone e Franco Picarone.

Lascia un commento