Addio frittata di maccheroni in spiaggia, a dettare legge ora è la “Schichic”

E’ nata la nuova tendenza della “Schichic” con la quale gli italiani salutano lasagne, parmigiane e frittate di maccheroni per far posto a frutta ed insalate durante le giornate in spiaggia

schichicBrutte notizie per i bagnanti old style: sono finiti i bei tempi in cui a mare si pranzava con frittate, lasagne e parmigiane; a spazzare via queste pietanze dal “menù-spiaggia” è la nuova tendenza della “SchiChic”, con la quale la “schiscetta” diventa chic.

A mostrarci questo nuovo panorama è uno studio promosso da “Polli Cooking Lab” (osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana), condotto tra circa 110 chef di rilievo e buon intenditori del galateo. Il nuovo menù da spiaggia è all’insegna della semplicità e della leggerezza: non è altro che una rivisitazione dei piatti della tradizione sulla base della tanto amata dieta mediterranea. Di fatto, gli ingredienti maggiormente in auge sono le verdure di stagione (89%), i cereali (86%), il pesce azzurro(74%) e la frutta (68%), ma, 7 chef su 10, affermano che sulle spiagge italiane non mancano pomodoro, basilico e mozzarella.

Secondo questi ultimi, ci sono delle regole da rispettare per una perfetta “SchiChic da spiaggia”, infatti: occorre utilizzare alimenti rigorosamente made in Italy, leggeri, freschi, facilmente digeribili e gustosi. E’, inoltre, necessario ricorrere ad ortaggi e verdure con cui realizzare delle insalate fresche e sfiziose, che potrebbero anche essere degustate con pomodori o con frutta come pesche nettarine condite con olio e sale. Di conseguenza, la frutta può essere mangiata con altri alimenti, oltre che da sola o sotto forma di freschi e dissetanti frullati.

Parliamo, dunque, di alimenti leggeri e salutari che, oltre che ad un benessere fisico, consentono ai bagnanti di rientrare nelle “norme del galateo”, anch’esso di “moda” sulle spiagge di quest’anno.

“Il galateo parla chiaro – spiega Barbara Ronchi della Rocca, esperta di buone maniere – e anche in spiaggia è bene non dimenticarsi delle regole”. Secondo gli esperti, infatti, bisogna categoricamente evitare gli alimenti con odori troppo forti come l’uovo sodo (in modo da non disturbare i “vicini di lettino”), via libera, invece, alle tavole apparecchiate in modo informale e colorato, possibilmente con materiali eco-friendly (come runner in bambù). Non bisogna disturbare in nessun modo, quindi, secondo la “legge galateo”, è vietato ascoltare musica ad alto volume, dialogare a voce troppo alta e lasciare rifiuti sparsi dopo aver pranzato. E che non si pensi di offrire parte del proprio pranzo ad un altro bagnante: anche quest’atto di gentilezza è reputato dagli esperti “anti-galateo”.

Per quanto riguarda gli accessori, è preferibile equipaggiarsi di piatti, posate e bicchieri in plastica, tutti elementi per rendere le giornate in spiaggia il più semplice possibile. “Eat Easy, Think Easy”: sembra questo essere il motto degli italiani in spiaggia quest’anno, ma non solo.

Altro elemento di rilievo sulle spiagge di quest’anno è la creatività:  non solo nell’apparecchiare sotto l’ombrellone, ma anche nella realizzazione di “piatti stile Schichic”; quindi, se volete far parte degli italiani al passo con le tendenze, armatevi degli ingredienti necessari e realizzate una fresca e salutare “Caprese di anguria e fiordilatte” irrorata di citronette preparata con olio, limone, sale e pepe. Decoratela con foglie di menta e ritenetevi dei veri esponenti della Schichic di quest’anno.

Lascia un commento

11 − dieci =